Immagine
 Il letto di Michela... di Carvelli
 
"
"Ho vissuto solo così a lungo che tutto quello che mi circonda è personale, privato. Non mi meraviglierei se non ci fosse più nessuno in grado di capire quel che dico". "Io ti capirò," disse con tenerezza. "Dammi solo un po' di tempo... e capirò tutto quello che dirai." Si strinse nelle spalle. "Ho anch'io un mio modo personale di scherzare..." "Da oggi in avanti..." dissi, "uniremo di nuovo i nostri codici privati e ricostruiremo un'intimità a due". "Sarà molto carino," disse. "Ancora uno stato a due," dissi. "Sì," disse.

Kurt Vonnegut
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 04/08/2009 @ 09:09:38, in diario, linkato 751 volte)

Se me ne andrò
e se sarà un giorno di maggio,
promettimi di fare selezione.
Accompagnami con gli amici.

 

Voglio un funerale laico.
Che ci sia vento o no. Che piova o meno.
Voglio un funerale onesto. Un copione che i presenti possano seguire. Una linea a cui tutti possano accostarsi, un qualcosa di gradevole e sicuro. Una sciarpa di lana, una federa di seta.
Voglio crearlo io stesso, con l’aiuto delle persone che amo. Voglio provare a pensare come mi piacerebbe che la cosa funzionasse, fin nei minimi dettagli. E voglio che ne siano partecipi tutti. Che dicano la loro e, quando sarà il momento, sappiano che fare.
Se mene andrò.
E se sarà di maggio.

 da Matematici nel sole di Franco Stelzer

 

 

 

 

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 03/08/2009 @ 14:13:17, in diario, linkato 588 volte)

La prima volta che non ricordo è stata molte volte fa. Ero più piccolo o forse ero distratto. La prima volta generalmente si è distratti. Le cose non sembrano quello che sono. Dici o senti parole che non ricordi, c'è il sole contro, una pioggia insistente. La prima volta spesso non è quella giusta e a volte è la sola, l'unica che ci ha messo il caso davanti in una strada che non abbiamo mai percorso. La prima volta la dovrebbero vendere con la seconda compresa nel prezzo. La prima volta se no dovrebbe essere preceduta da un rullo di tamburi, un piccolo stacchetto, una voce che ce lo dice. Come nei treni. E si scende alla prossima. La prima volta che non ricordo è stata molte volte fa. La prima volta generalmente si è distratti. La prima volta che capiterà una prima volta voglio essere più attento. Anche se piove. Anche se c'è il sole contro. Anche se sarà la seconda. E io non sarò quello di una volta. La prima volta. E' tutto? E' tutto.

">.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 03/08/2009 @ 10:18:49, in diario, linkato 618 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 03/08/2009 @ 09:10:39, in diario, linkato 623 volte)
Non subito, ché subito non lo sai. Non dopo, ché dopo è tardi. Scegli il tuo tempo. Datti un numero. I secondi prima di parlare. I minuti o i giorni prima di baciare. La volta che hai perdonato. Quella che rimarrà l'ultima. E quella che farà ripartire tutto. Non sei solo. Guarda bene. Guarda tutto. E poi fai. Perché fare è il nostro lavoro. Pensare, certo, a fare. Pensare di avere o non avere fatto. Non perdere tempo, usa il tuo tempo, ché il tempo non sia né troppo né poco. E dopo, dopo che è passato il tempo giusto, fai quello che devi fare. Io ci sono sempre stato. Io continuerò a esserci. Ora e prima. E, naturalmente, dopo. Anche questa è una questione di tempo. Una questione infinita.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 31/07/2009 @ 12:49:23, in diario, linkato 909 volte)

Mali che vengono per nuocere
Mali che vengono per non nuocere
Mali che non vengono
Mali che non sono mali anche se lo sembrano
Mali veramente ma veramente buoni (e lo sai)
Mali (quasi) provvidenziali
Mali per gli altri ma non per te
Mali secondo gli altri (ma non secondo te)
Mali che arriveranno
Mali che aspettiamo
Mali prima o poi

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 30/07/2009 @ 14:41:10, in diario, linkato 907 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 30/07/2009 @ 08:45:02, in diario, linkato 2536 volte)

AVVERTIMENTO
Wislawa Szymborska

Non portate nel cosmo i burloni,
non ve lo consiglio.

Quattordici pianeti morti,
qualche cometa, due stelle,
e già durante il viaggio per la terza
i burloni cambieranno umore.

Il cosmo è quel che è,
ossia perfetto.
E i burloni non glielo perdoneranno mai.

Nulla li rallegrerà:
non il tempo-giacché troppo eterno
non la bellezza-giacché senza pecche,
non la gravità-giacché non si lascia volgere in scherzo

Tutti saranno ammirati,
loro sbadiglieranno.

Sulla rotta per la quarta stella
sarà peggio ancora.
Sorrisi acidi,
disturbi del sonno e dell’equilibrio,
discorsi stupidi:
che il corvo col formaggio nel becco,
che le mosche sul ritratto di sua maestà
o la scimmia nel bagno
-be’, si, quello era vivere.

Limitati.
Preferiscono il giovedì all’infinito.

Primitivi.
Preferiscono una nota stonata alla musica delle sfere
Stanno benissimo nelle fessure tra
teoria e pratica,
causa ed effetto,
ma qui non è la Terra e tutto combacia.

Sul trentesimo pianeta
(in quanto desolazione ineccepibile)
rifiuteranno perfino di uscire dalle cabine,
vuoi per un mal di testa, vuoi per un dito che duole.

Che imbarazzo e che vergogna
Tutti quei soldi buttati nel cosmo


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 30/07/2009 @ 08:26:42, in diario, linkato 840 volte)

**
Frequento da qualche giorno una casa. Lì c'è un gatto. Anche a casa mia c'è un gatto. Questo è enorme, bianco, le zampe spuntano appena un poco dalla grossa stazza del tronco (si dirà così?). Mi guarda, mi odora: familiarizziamo. Poi mi morde. Piano ma è un piano che marca un fastidio. Mi morde una o due volte di seguito finché non viene rinchiuso da qualche parte. Chissà cosa pensa in quell'altra stanza: mi stavo così divertendo con quelle caviglie e invece ecco che mi tocca rimanermene chiuso qua dentro.

**
C'è un ristorante abbastanza mitico appena dietro casa mia. Già dal nome emblematico. Ieri sera ci sono andato a cena. Del nome (mitico, appunto), del vecchio titolare solo l'ombra incerta e vecchia su un tavolino di servizio. Chi entra lo riverisce, i figli lo venerano. Lui fa solo i conti, riceve i soldi. Per il resto del tempo guarda ieratico il vuoto. Neanche i clienti fissa. Sorride a malapena. La moglie esce di tanto in tanto dalla cucina dove immagino darà una mano. Si siede aaccanto a lui e anche lei fissa un punto non precisato. Dopo un po' arriva la figlia e gli passa un cucchiaino di mousse al cioccolato. Lui lo lecca e senza dire una parola lo passa alla moglie con la mousse rimasta e lei invece (ma sempre senza dire parola) lo lecca più e più volte. Nel fare questo semplice gesto non si sono guardati negli occhi neppure una volta. Neppure una.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 29/07/2009 @ 14:35:16, in diario, linkato 3935 volte)

C'è chi insegna
di Danilo Dolci

C’è chi insegna

guidando gli altri come cavalli

passo per passo:

forse c’è chi si sente soddisfatto

così guidato.

C’è chi insegna lodando

quanto trova di buono e divertendo:

c’è pure chi si sente soddisfatto

essendo incoraggiato.

Profondamente stimavo un amico

quasi invidiando un altro a cui diceva

stupido, e non a me.

C’è pure chi educa, senza nascondere

l’assurdo ch’è nel mondo, aperto ad ogni

sviluppo ma cercando

d’essere franco all’altro come a sé,

sognando gli altri come ora non sono:

ciascuno cresce solo se sognato.

 

www.nazioneindiana.com


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 29/07/2009 @ 09:12:41, in diario, linkato 870 volte)

">.

Ascoltavo la radio e pensavo a tutte le canzoni che girano nell'etere. Mi domandavo quanto incidano sulle nostre vite, su quest'estate a cui giocoforza sono destinate ad appartenere almeno nel ricordo di stagione. Forse troveremo persino un juke box per farle suonare. Ci innamoreremo, le fisseremo a noi per quanto semplici. Ce n'è per tutti. In una veniamo invitati a parlare con lui. E lui è Eros Ramazzotti che a dire non è che io ci abbia molta confidenza con lui. A Ligabue tocca che diciamo come ci vogliono gli altri. Gli ZeroAssoluto partono per dimenticare, non si capisce perché che loro si sarebbero sposati ma lei ha preferito all'ultimo un altro, eppure anche loro erano disponibili e dunque? Per Jovanotti "ti amo punto" e non si discute (beato lui, come al solito positivo, quasi una nota stonata nell'amoreorrore). Vasco prima non si ricorda come si chiama e poi vuole solo lei. Eppure non ci passeranno tutti questi giorni senza che ci arrivino da qualche parte queste note. Sarà la nostra estate. Non ce le dimenticheremo. 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 2037 persone collegate

< agosto 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








04/08/2020 @ 10:35:35
script eseguito in 654 ms