Immagine
 letto di nicola a toro... di Carvelli
 
"
Avevo amato le donne con le quali ero vissuto. Tutte. E con passione. Anche loro mi avevano amato. Ma sicuramente con maggiore sincerità. Mi avevano dato un po' di tempo della loro vita. Il tempo è una cosa essenziale nella vita delle donne. Per loro, è reale. Per gli uomini, relativo. Mi avevano dato molto. E io, cosa avevo regalato? Tenerezza. Piacere. Felicità sul momento.

Jean-Claude Izzo
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 15/03/2005 @ 14:33:06, in diario, linkato 830 volte)
Ho visto: CUORE SACRO (ma non ne voglio parlare), LA VITA E' UN MIRACOLO (e mi è piaciuto anche se non quanto UNDERGROUND), MILLION DOLLAR BABY (superbo seguito della teoria della negatività di Mystic River), e il nuovo film di Guediguian (straordinario, coraggioso, diverso dagli altri del marsigliese). Come vedete non sono guarito dlla malattia del cinema. Anche e soprattutto perché ne dimentico altri. Guarirò. Stasera magari. Ah sì EROS in DVD ma a parte la bellissima canzone di Veloso (sulla quale ho un aneddoto) e le illustazioni mattottiane...e alcuni spunti negli episodi non antonioniani... Sull'eros al cinema ho sempre perplessità... ammetto
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 15/03/2005 @ 09:33:13, in diario, linkato 763 volte)

Professioni del futuro. Potrebbe esserlo, perché no. Procacciatore di momenti, realizzatore di pace o tranquillità. In fondo, cosa sarà sempre più prezioso? Cosa servirà di più? Cosa occorrerà veramente che non abbiamo? Mi è capitato un mese fa. Aereo perso. Sono stato costretto per ore all'aeroporto e ho sentito il continuo fluire delle cose. Quello non arginato. Non contenuto. E mi ha emozionato. Non credo di essere capace di procacciarmi attimi così. Anche l'amore. Anche l'amore è bello se arriva improvviso. Anche il mangiare. Non bisogna aspettarsi nulla. Nel futuro qualcuna/o assolderà qualcuno/a per noi. Per venirci a dire "sei bellissimo/ mi piace quello che fai/ si sente solo?/ ha bisogno di una mano?/ che bel cappello che ha". Magari sarà tutto a pagamento, ma noi non lo sapremo e saremo felici lo stesso.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/03/2005 @ 14:37:19, in diario, linkato 864 volte)

Leggo questa raccapricciante notizia di viabilità da repubblica.it...

Roma, 14:14

TENTA DI INVESTIRE E POI ACCOLTELLARE PEDONE. ARRESTATO

Per non essersi affrettato ad attraversare la strada sulle strisce pedonali ha rischiato di essere investito, e poi accoltellato perche' aveva protestato. Protagonista dell'episodio, un 42enne romano che stanotte ha passato un brutto 'quarto d'ora' che solo grazie ad una chiamata al 112 dei carabinieri non ha avuto gravi conseguenze. Sono da poco passate le 22 quando Roberto termina il turno di lavoro in via di Portonaccio, nella capitale. L'uomo si appresta ad attraversare la strada per raggiungere la sua auto parcheggiata sul lato opposto della carreggiata. Mentre si trova al centro della via, in mezzo alle strisce pedonali, da destra sopraggiunge una Smart, lanciata a folle velocita', condotta da Ivan M., 23enne che, per nulla preoccupato della presenza di Roberto, lampeggia piu' volte con i fari e "strombazza" con il clacson chiedendo "strada". Il pedone, per non essere investito, accelera il passo riuscendo giusto in tempo ad attraversare la strada. Ivan, tuttavia effettua una sterzata, come per investire Roberto, proseguendo poi la sua corsa. L'uomo, dopo aver scampato il pericolo si sbraccia per protestare nei confronti del giovane il quale inverte la marcia, accelera bruscamente, e punta contro Roberto con l'intenzione di schiacciarlo contro la sua auto, ma lui riesce a scansarsi. Non contento, l'energumeno scende dall'auto ed armato di coltello si scaglia contro Roberto che intanto fugge e chiama con il cellulare il 112 dei Carabinieri. Ivan lo raggiunge colpendolo alle spalle con diversi fendenti ma per fortuna taglia solo il giubbotto, la giacca e il maglione che indossa. Pochi istanti e Roberto intravede i lampeggianti blu di una gazzella del Nucleo Radiomobile Carabinieri, e' la sua salvezza. I militari bloccano Ivan e gli stringono le manette ai polsi con l'accusa di tentate lesioni gravissime.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/03/2005 @ 10:19:41, in diario, linkato 866 volte)
Bella presentazione all'Argonauta. Si è discusso di quale sia Roma la vera Roma. E' ancora Roma quella della Cassia, di traffico incolonnato? Io dicevo di sì. Una signora sosteneva di no. Un professore universitario di ingegneria era d'accordo con me. Io vado oltre. Dico che si sarebbe dovuto proteggere come un museo il bar di via Savoia davanti al Goethe che invece ho visto sabato sera smantellato. Si può piangere per i luoghi? Sì, si può.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/03/2005 @ 10:17:13, in diario, linkato 796 volte)
Mi hanno rimproverato: che faccia triste che avevi sotto le gambe dell'Arcuri. Ho risposto: se avessi saputo che sopra c'era l'Arcuri avrei sorriso.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 11/03/2005 @ 15:10:32, in diario, linkato 896 volte)
 

 

   Libreria l’Argonauta - Libri per viaggiare

 

ore 18.30

 

 

Roberto Carvelli

 

Perdersi a Roma 

guida insolita e sentimentale
Edizioni  Interculturali

 

introduce Stefania Caracci

 

 

 

Libreria L’Argonauta – Libri  per viaggiare

Via Reggio Emilia n°89  00198 Roma

tel. 06 8543443 info@argonautasrl.it

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 11/03/2005 @ 14:45:22, in diario, linkato 876 volte)

VIVERE MEGLIO
ALCOVE NAZIONALI L'amore al tempo della Smart
di Laura Maragnani

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 11/03/2005 @ 10:08:38, in diario, linkato 934 volte)

Sabato 19 marzo 2005, ore 18
Roma, Antica Libreria Croce
Prego, accomodatevi...

Stanze e letture

Le letture

I testi dopo il 19 marzo.

Leggeremo: Giuseppe Tomasi di Lampedusa (la biblioteca), Banana Yoshimoto (la cucina), Emily Dickinson (lo sgabuzzino), Iosif Brodskij (lo studio), Julio Cortázar (la stanza con il caminetto), Boris Vian (il bagno), James Joyce (il bagno esterno), Emily Brontë (la camera da letto), Jack Kerouac (il salotto), Kader Abdolah (il giardino), Walter Benjamin (il nascondiglio), Giulio Mozzi (il giardino), David Foster Wallace (la cucina)

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 11/03/2005 @ 09:49:14, in diario, linkato 991 volte)

Vorrei spendere qualche parola e parlarvi del mio editor. Dovrei dire dell’editor della casa editrice Edizioni Interculturali e del libro Perdersi a Roma. Dovrei dire solo questo. Ma non c’è racconto che non passi in amicizia per la sua lettura da allora. Anche se è una lettura informale, anche se è una lettura con qualche consiglio. Ma prima dovrei forse dire cosa è un editor. Cosa per me. L’editor è il tuo lettore ideale. Il lettore ideale. Colui che si mette in ascolto di un testo entra nel suo clima nella sua struttura e cerca di percepirlo (dall’esterno/interno di una lettura partecipata ma professionale) nelle sue potenzialità e nelle sue lacune. Un editor non scrive (o raramente) ma legge bene (che è un mezzo scrivere). Tutti gli scrittori dovrebbero leggere bene. Ma se c’è qualcuno che lo fa per loro non è male. Č meglio. Daniela D’Angelo legge bene. Ha letto bene (per lavoro) Perdersi. Ha letto bene (in amicizia e quindi non con la stessa definitività) Kamasutra e mi ha dato i suoi consigli. Credo che tutti e due questi libri non sarebbero gli stessi senza il suo contributo fondamentale e lo stesso è successo a Carne di risulta, il racconto nell’antologia Peccati veniali. Mi viene da pensare che avere in una casa editrice una figura così importante sia quasi il primo passo. Un lettore che sceglie i testi nella loro potenzialità e ci lavora sopra cercando di farla rifulgere. Il nostro panorama letterario è povero di queste figure ma alla fine le poche che valgono molto spiccano: la Cerchi, la Lepri, la Carpinelli, la Belliti… Chissà perché così spesso donne… capaci di ascolto, di amore per le cose, le parole, le persone.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 10/03/2005 @ 17:16:54, in diario, linkato 985 volte)

Ho mancato di scriverne giorni fa. Guido Conti è uno scrittore parmigiano di cui non si parla abbastanza. Giorni fa il premio Settembrini ha contribuito a riconoscerne la grandezza e ha ristabilito le proporzioni del suo lavoro anche come coordinatore di Palazzo Sanvitale.

 

      

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 5201 persone collegate

< settembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
       
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020

Gli interventi piů cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie piů cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








29/09/2020 @ 08:30:51
script eseguito in 651 ms