Immagine
 il letto di silvietta con rios... di Carvelli
 
"
Questo è il mio pensiero costante: come posso far sì che tutti gli esseri viventi accedano alla via suprema e acquisiscano rapidamente il corpo di Budda?

Shakyamuni (Sutra del Loto)
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 02/05/2007 @ 10:11:39, in diario, linkato 871 volte)

"All'inizio pensò che l'avrebbe saziato con il suo amore, ma poi girando e rigirando quell'idea nella sua mente, le sembrò la cosa sbagliata da fare". Questa è la Davis di Faith in Inseguimento ma ho letto e apprezzato anche Cose che finiscono. Ma cito ancora, un po' più avanti, stesso racconto: "Sua madre alzò lo sguardo dai suoi minuscoli punti con l'ago e vide la figlia tutta contorta in un nodo e si colmò di preoccupazione. Così non va bene, disse. Devi trovargli un altro cavallo. Non puoi derubare qualcuno per trovare l'amore, tesoro. Non funziona mai".

A chi somiglia Amanda Davis (quella vera della foto, prima della sua tragica fine che nei racconti sembra quasi allusa da un anticipo creativo, una coincidenza) seconda coincidenza...forse alla Woolf?

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 03/05/2007 @ 09:17:03, in diario, linkato 669 volte)
Cose da fare ce ne sono molte. Preparare il pranzo per tanti. O la cena. Raccogliere cose che ti servono per mangiare. Riparare qualcosa. Persino dopo ore di lavoro duro non senti la fatica e il riposo è vero riposo. Non pare che stai sotto un albero a non fare nulla. Non pare che in fondo quello è ozio. Poi mangi e bevi e parli e te ne vai a letto ma con l'impressione che in fondo solo così il tempo è il tempo e non le cose che devi fare sono il tuo tempo. Questo il triste scambio simbolico della norma che norma non è. Piuttosto depravazione di un sistema che altri hanno scelto per noi come migliore.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 04/05/2007 @ 14:59:13, in diario, linkato 709 volte)
Due episodi ieri che riguardano commesse di uno dei marchi più...consolidati dovrei dire della moda elegante sobria ma non irraggiungibile economicamente di questi ultimi venti anni. Un episodio non compare qui ma comparirà nei taccuini prossimi (che aggiorno anche se solo saltuariamente). Un altro eccolo. Semplice. Disarmante. Ed è una commessa che interfaccia la mia collega con un "c'è anche nel grigio". Poi un'altra "nel viola ho questo". E ancora una "nel nero". Attendo inutilmente anche un solo, uno solo distratto "in nero" o "in bianco" o il solo "c'è bianco o rosso". E invece nulla. Mi soprende il sospetto che quel "nel" (nella o nelle tonalità di?) sia una scelta lessicale di partenza. Ecco forse è così. In questi giorni proverò ad entrare in un altro negozio della catena per capire. Per capire in che o di che o nel colore che hanno scelto di esprimersi le commesse di questa catena.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 07/05/2007 @ 09:31:35, in diario, linkato 766 volte)

Ho letto tutto. Ho amato tutto. Tranne i racconti di Vivere stanca che ho letto e mai acquistato. Altri libri (altri libri suoi pure) li ho letti e poi comprati per non farli mancare alla mia libreria, come una specie di cassetto degli oggetti cari di chi hai amato con quella famigliarità che non ti è costata sforzi o sforzi pienamente ripagati. Così ora compro il nuovo libro (il libro che non c'è come feci per gli ex post bellissimi e mai pentiti di Sandro Onofri) e mi sorprendo della correttezza - è una correttezza rara - del risvolto di copertina che dice testuale "Questo libro nasce per cercare una piccola consolazione alla nostalgia dei lettori che tanto hanno amato e mano Jean-Claude Izzo, scrittore e personaggio". Lo compro con questo spirito, adattando affetto, ricordo, passione e mancanza. E questa volta trovo quella che è operazione una dignitosa via per il ricordo. E passo un buon finesettimana. Con JeanClaude Izzo e con il suo (non suo ma per lui tributo) Aglio, menta e basilico (edizioni e/o).

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/05/2007 @ 15:06:08, in diario, linkato 712 volte)
Credo sia una parola siciliana. Non so di quale dialetto ma l'ho sentita dire a siciliani. Bummalata. Forse viene da boom... Insomma ne deduco trattarsi di una parola onomatopeica. Ma non so. Di certo so come si usa, cosa significa. Dicesi "bummalata" l'evidente enfasi narrativa. In italiano è "spararla grossa", dire qualcosa che è davvero lontano dal reale ma con convinzione impertinente, ottusa. Dire bummalate avrebbe il suo alter in dire... Beh ormai è chiaro. Ora vi dico questo: certe volte quando leggo in un libro di narrativa "servizi segreti deviati" (che forse disegna prospettive non poi così fantasiose, a leggere i giornali). Eppure, quando capita, la prima parola che mi viene in mente è questa: bummalata.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 09/05/2007 @ 10:55:56, in diario, linkato 692 volte)

Mi piace leggere i libri ma più che mi piace alla fine li leggo proprio così...come un setaccio. Me li faccio passare dentro e li faccio uscire. E vedo quello che esce. E se esce soprattutto. E cosa rimane alla setacciatura della griglia della mia attenzione, del mio gusto. Ascolto cosa resta e il libro resta. Passa al passino questo libro di Vincenzo Pardini. Non scivola. Rimane. Sono così i libri, i libri che restano, quelli che ti lasciano addosso una patina. Una patina anche ruvida. E' proprio vero - dico con Pardini - che col teschio in mano andrebbe pronunciato un dilemma sul nostro essere selvatici o... O? Quale è il termine dell'antitesi? Di certo leggo Tra uomini e lupi (pequod) - racconti di scuola in cui ritrovo il Pardini che lessi e apprezzai ai suoi esordi in Theoria - e mi risuona il campanello del mio lato selvatico. Che non è un momento tra tanti, un intervallo tra tanta urbanità un po' carina e rispettosa, un po' laccata (qualcuno direbbe friendly). C'è qualcosa a cui dare un suo spazio. C'è qualcosa che si prende il suo spazio. Nonostante noi.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 10/05/2007 @ 15:38:46, in diario, linkato 636 volte)
La mia collega parla a singhiozzo. Non sento quello che succede nel mezzo. Sento "calma", "non si agiti"...Ogni sei frasi. Non è che la telefonata fosse iniziata così ma ci è arrivata. Ora c'è la mia collega che dice queste due o tre frasi ed è poi interrotta... Ogni tanto pronuncia uno "scusi" un "mi fa parlare?" poi silenzio. La telefonata dura venti minuti poi devo uscire e non so come va a finire. Me lo farò raccontare.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/05/2007 @ 10:06:38, in diario, linkato 638 volte)

Ieri ho visto Mio fratello è figlio unico. Proprio mentre sto rileggendo Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa. E mi sembra, come altre volte ho riscontrato, che questo libro sia una sorta di cifra di riferimento di tante cose che avessero a che fare con l'idea della e idee sulla nostra Italia. Come se fosse una sorta di denominatore minimo che serva a leggere altre verità. Verità trasferite nel tempo e nello spazio. E forse tanta simbologia universale (quasi una mitopoiesi) nasce dal pensiero che lo ha generato, dalla distanza (sociale e culturale) che ha partorito questa sorta di storia-riflessione sulle cose nostre. Scrivo tutto questo non pensando meramente al contesto politico. Dico questo perché non è male ritrovare anche a distanza di anni nelle riflessioni la stessa ombra, lo stesso bagliore. Una luce che semplifica, che cerca (almeno cerca) di chiarire il mistero di quello che alle volte risulta essere una specie di semplice ca va sans dire.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 15/05/2007 @ 09:35:57, in diario, linkato 753 volte)

Il significato dell'esistenza

Ogni cosa tranne il linguaggio
conosce il significato dell'esistenza.
Gli alberi, i pianeti, i fiumi, Il tempo
non conoscono altro. Lo esprimono
momento per momento come universo.

Perfino questo stupido corpo
lo vive almeno in parte,
e vi avrebbe piena dignità
non fosse per l'ignorante libertà
della mia mente parlante.

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 15/05/2007 @ 14:37:07, in diario, linkato 685 volte)

Non ho letto il libro di Alessandro De Roma edito da Il Maestrale - di cui si potrebbe avere fiducia per consuetudine - ma mi ha convinto un'intervista che leggo su Queer l'inserto culturale domenicale di Liberazione.  In particolare una domanda ostetrica. La domanda è di Franz Krauspenhaar. La risposta è dell'autore sardo.

Un romanzo d'esordio indubbiamente ambizioso. Dall'idea fino alla stesura, quanto è durata la gestazione?
Quattro anni fa ho trascorso nove mesi a Cala Liberotto, in una casa a due passi dalla cosiddetta spiaggia degli svizzeri. Lavoravo a Nuoro, a cinquanta chilometri di distanza. A Cala Liberotto nel pomeriggio e durante il fine settimana avevo tempo per scrivere. E' una località turistica molto bella, verdissima, e quasi del tutto deserta in inverno. E' stato uno degli anni più belli della mia vita. Ho lavorato al romanzo per tutto l'anno, senza risparmiare la fantasia. Volevo creare un intero mondo e mi trovavo nelle condizioni ideali per farlo: silenzio, tempo, e una casa meravigliosa per scrivere. Può sembrare un romanzo molto "ragionato", "costruito", invece è venuto fuori quasi di getto, piuttosto in fretta. Poi negli anni successivi, specialmente dopo l'interessamento da parte del Maestrale, ci sono tornato sopra moltissime volte, limando e soprattutto tagliando almeno un centinaio di pagine, prima da solo e poi con l'aiuto di Giancarlo, editor del Maestrale, che mi ha aiutato moltissimo. Credo sinceramente che il fatto di non conoscere nessuno nel mondo dell'editoria e di avere così poche probabilità di pubblicare mi abbia aiutato a concepire un progetto così in grande, ingenuo e ambizioso al tempo stesso.

Tutta l'intervista qui.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3
Ci sono 2952 persone collegate

< settembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
       
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








28/09/2020 @ 04:23:46
script eseguito in 471 ms