Immagine
 il letto di Roberta... di Carvelli
 
"
In un certo senso, avere una dipendenza è sinonimo di intraprendenza. Una bella dipendenza come si deve toglie alla morte l'elemento sorpresa. Perciò si può progettare la propria fine, eccome. (...) La verità è che il sesso non è sesso se ogni volta non lo fai con un partner diverso. La prima volta è anche l'unica in cui uno c'è dentro completamente, con la testa e con il corpo.

Chuck Palahniuk
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

Di Carvelli (del 31/07/2007 @ 11:19:52, in diario, linkato 1064 volte)

Era ottobre o forse novembre e io arrivavo da un'altra facoltà. Avevo fatto pure con profitto un paio di esami a giurisprudenza per doppio senso di resposabilità, mio e altrui. E ora scoprivo a mie spese e con sopresa che si poteva insegnare e imparare il cinema. L'aula era gremitissima e il professor Guido Aristarco aveva solo detto un paio di parole. Poi si era fatto buio ed era iniziato IL GRIDO di Michelangelo Antonioni. Così arrivavo a Lettere (facendo un cambio in corsa di facoltà) e quasi da subito e presto me ne riandavo e da subito sapevo che avrei fatto la mia tesi sull'opera di un suo coautore, Tonino Guerra. Molte di quelle cose le ho dimenticate, molte le ricordo. Qualcuna comunque sta a lì a rammentarmi che è successo qualcosa che ha dato una pista ai miei studi e forse alla mia vita. Per questo oggi ci penso. Oggi (ieri) che Antonioni è venuto a mancare. L'altro ricordo è sotto una finestra, d'estate, a Capraia. Dalla finestra, in un silenzio infuocato la voce flessuosa (solo poi lo avrei scoperto) di Caetano Veloso canta un pezzo struggente. Dopo anni scoprirò trattarsi di un brano del cantautore brasiliano, solo dopo di un pezzo dedicato al regista ferrarese. Unisco i due ricordi in uno.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 31/07/2007 @ 09:20:38, in diario, linkato 1216 volte)
Questa coppia, quella coppia. Questa è così quell'altra no. Questa coppia è meglio di quell'altra. Il peso specifico di una relazione si ha calcolando la somma delle singole capacità e virtù o dividendole? Si può invertire l'ordine dei fattori? E, ammesso che il risultato possa essere certo, esistono operazioni di verifica, controprove?
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 30/07/2007 @ 08:54:25, in diario, linkato 1093 volte)
Questo è il momento della lotta. Quello in cui raccogli le tue forze e avanzi. Questo è il momento. Non quello per delegare, aspettare da altri, attendere. Questo è il momento in cui avanzi e avanzando trascini gli altri con te. Avanti. Dove forse c'è una terra più fresca, irrorata d'acqua dopo l'arsura del deserto. Non è il momento per stare con le mani in mano. Ora bisogna fare ogni sforzo possibile.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 26/07/2007 @ 14:40:00, in diario, linkato 1118 volte)

Per un po' ci facciamo tenere compagnia dai letti. Chi volesse e potesse può mandarlo via mail e per quanto posso li aggiorno subito. Anche se si chiama Letti di Amicizia questa con molti di voi non ci siamo mai visti ma c'è una piccola amicizia di scrittura che spero continui. Come si dice...Buona visione

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 26/07/2007 @ 14:02:45, in diario, linkato 1053 volte)
Un volo nazionale che arriva con un'ora e mezza di ritardo, quello di ritorno a 30 minuti dall'imbarco chiude il check in, chi c'è c'è. La legge della giustizia/ingiustizia si abbatte per due volte nel giro di poche ore sulla stessa persona disponendosi verso la severità e il lassismo a seconda dell'occasione propizia. la compagnia si chiama airone il volo Roma/Brindisi/Roma. La giornata, ieri. La vita per chi viaggia in giornata e per lavoro è piena di "previsti". Bisogna aspettarsi di tutto in un senso e nell'altro e come sia sia il rigore pesa quanto la disorganizzazione. Il contrattempo non ti è mai favorevole.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 24/07/2007 @ 14:17:43, in diario, linkato 1060 volte)

Questo testo (che è però forse poco comprensibile senza le foto che documentano il percorso) era stato (scritto per essere) incluso nel catalogo brochure della mostra di Campagna Romana. Il lago era quello di Bracciano, il drago era quello di una performance d'artista. La passeggiata era organizzata con gli stalker.

Un lago, un drago

di Roberto Carvelli

Abbiamo circumnavigato un lago. Una rotazione, un cerchio e poi la discesa verso Roma. Il nostro è stato un percorso circolare prima che una freccia puntata. Quindi, prima che un andare verso un andare intorno. E questo diversivo, il fare un tondo, il girare su noi stessi attorno a un vuoto-pieno, ci ha suggerito una piccola magia. Il lago aveva un castello, un principe e dei servi ossequiosi: il pescatore deferente e intimorito, il pastore che anima la leggenda con la chiacchiera licenziosa o il racconto di gesta folli. E con loro il borghese che le trasforma nell’amaro resoconto di un ritardo storico- economico del suo paese. La magia è continuata per via e contro ogni scetticismo: se c’era un principe c’era pure un rospo anche se era schiacciato e ai bordi di una strada. Se c’era un lago c’era un drago pure se di latta in una performance d’artista su bicicletta. Non era favola trasognata quella che incontravamo ma lo schiaffo continuo di un contrario. Se c’era il bene c’era pure il male: l’acqua preziosa e incanalata con architettura imperitura e quella consumata in uno scorrere inutile o inquinato, ville inopportunamente sfarzose e grotte-bidonvilles scavate nel tufo per il primo ricovero di poveri non di solo spirito. C’erano anche un Ovest e un Est a due passi l’uno dall’altro: gli United States of Le Rughe e l’USSR del lido degli Slavi. Due vie al capitalismo: uno da potenza mondiale che ne gode gli esiti e l’altro di chi lo officia col sudore. Da una parte riviste patinate che incitavano all’equitazione e alla boutique, dall’altra costumi fuori moda e capelli schiariti all’inverosimile con fisici temprati dal lavoro di cantiere o di assistenza-anziani abbandonati alla stanchezza dell’arenile umile. La massima sulla storia che si ripete in tragedia e farsa vale pure per la fiaba. L’andare verso Roma ci ha insegnato come sia l’horror vacui il segno dell’architettura di prossimità: riempire ogni interstizio, pianificare l’occupazione del suolo, far saltare tritolo per creare una discarica e a due passi tirare su una estancia non da gauchos ma da nababbi. Costruire comunque e piuttosto abbandonare come un credo e un dovere per chi come noi sta marciando verso Roma ma a cemento armato.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 24/07/2007 @ 09:50:43, in diario, linkato 1104 volte)
Luci accese e spente. Condizionatore acceso e spento. L'elettricità, la corrente nella presa, gli elettrodomestici. Stanotte ho sognato cose così. Forse è perché ieri ho visto Apocalypto?
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 23/07/2007 @ 09:05:42, in diario, linkato 1144 volte)

La notizia è questa. E da questa notizia mi riviene in mente la poesia si Izet Sarajlic, poeta di Sarajevo. Grande poeta di Sarajevo che oggi mi va di ricordare. Con i suoi versi

Va sempre così con i figli

Va sempre
così
con i figli.

Tutta la vita sognano
che un bel giorno con i genitori
faranno un viaggio insieme.

E poi va a finire
che non sono andati insieme
neanche al cine.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 20/07/2007 @ 09:02:51, in diario, linkato 3141 volte)

Mi sono svegliato con questa parola in testa

CIUCO

non so se l'ho sognata. Forse sì. Forse ho sognato l'animale. Ho sognato il significante o il significato? Non so ma poi camminavo e pensavo a questa parola. Chissà se qualcuno offende qualcun altro così, se i tifosi del Napoli la nominano ancora o se un contadino così chiama la sua soma. Non lo so. Ma questo avevo ed ho in mente da stamane e poi apro i giornali e vedo l'animale. L'ho sognato? mi richiedo. E non so. Solo la parola mi rimane.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 19/07/2007 @ 11:29:44, in diario, linkato 1080 volte)

Succede alle volte che la naturalezza inviti a parteggiare per il male. Che ci si senta spinti a solidarizzare con i forti. Ed è questo particolare stato d'animi con cui ci si concede al dominio che mi viene in mente leggendo Essere senza destino di Imre Kertész. Pensando che non è facile varcare la linea e che fare polifonia con il male è alle volte non solo la strada più naturale  e che ci costa di meno ma anche quella che ci convince di più. Ecco forse il potere e con esso il male che lo esercita ha buoni argomenti. Ovvero la forza è un buon argomento.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3
Ci sono 207 persone collegate

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi pi cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie pi cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








08/12/2019 @ 02:12:47
script eseguito in 511 ms