\\ Home Page : Articolo : Stampa
Essere chiari essere precisi essere gentili (l'estensore del processo verbale in ufficio)
Di Carvelli (del 31/05/2006 @ 09:26:56, in diario, linkato 1450 volte)

Un messaggio nel bagno dell'ufficio

 

LA CARTA DEL COPRITAVOLETTA

NON DEGRADA RAPIDAMENTE

NELL'ACQUA, SI PREGA PERTANTO

PER EVITARE DISSERVIZI A

DISCAPITO DI TUTTI DI NON

GETTARLA NEL WATER.

Normalmente quando ci si trova a dover scrivere questi messaggi, in un ufficio, si crea un capannello di menti improvvisate parolieri. Ogni frase è sbagliata o non è ancora quella. La giusta. Quella che tiene in considerazione i principi basilari delle buone maniere e la fermezza necessaria quando si intimano divieti. L'assembramento - l'accozzarsi di intelligenze artificiali - contiene sensibilità distinte che dissentono le sensibilità altrui. Ragion per cui la scrittura si rivelerà un terribile acclararsi di indecisioni. Il ruolo più ambito e fortunato resta quello dell'estensore del processo verbale (mai titolo sarebbe più appropriato alla mansione) che deve solo avere molta carta, un buon pennarello e necessaria pazienza e scrivere solo quando un ehhh della maggioranza approva d'ufficio. In ufficio è così.