\\ Home Page : Articolo : Stampa
La carta e i libri
Di Carvelli (del 29/11/2006 @ 15:04:13, in diario, linkato 1236 volte)
Quanti anni hai? chiedo alla vecchia versione di un mio libro e poi mi verrebbe da dirgli che forse è il caso che ci lasciamo. Ma non me la sento. Come fai a dire ad un libro che ti è stato vicino per anni che forse compri un'edizione nuova (ovvio, parlo di un libro a cui ho voluto bene)...Scrivo questo mentre prendo in mano un intonso Il circolo Pickwick  di Cherles Dickens edizione BIETTI. Avete presente i libri della Bietti? Quelle copertine disegnate, coloratissime che ricordano i classici per ragazzi degli anni Settanta. Se li avete comprati in tutti i casi non siete miei coetanei e 1 ho avete ereditato (qualcuno anche io) o 2, come me, li avete comprati all'usato. Perché Bietti che mi risulti (quel Bietti lì non esiste più). Il mio è un libro intonso e davvero non devo accampare scuse sulla tradizione demodé...il libro si può leggere benissimo e siamo sicuri che sarebbe migliore un'altra traduzione in commercio? Certo ha caratteri un po' piccoli ma... Ma come! ho aspettato tanto (tra l'altro intonso, nuovo per quanto olezzante muffa) e tu mi prendi e mi molli...Pare che mi guardi così quella carta gialla e dolciastra. E infatti no: vado avanti. Poi dici l'amore fedele...