\\ Home Page : Articolo : Stampa
Come in un film horror
Di Carvelli (del 23/12/2009 @ 09:30:33, in diario, linkato 905 volte)
Viviamo come in un film horror. Qualcuno a un certo punto è entrato dentro di noi. E ora non vuole più uscire. Avvertiamo questa presenza aliena. Desideriamo che esca da noi. Bramiamo essere liberati. La presenza ha diverse facce: un amore che non ci abbandona, un dolore che non ci lascia, un modo di pensare sbagliato, un atteggiamento che ci fa male, una chiusura. Tutto il film è retto dalla paura. Se abbiamo paura quell'elemento non esce da noi. E allora serve un esorcismo. Serve un aiuto esterno. Ma per quanto la fortuna possa munirci del miglior artefice, se abbiamo paura anche la formula di rito non funzionerà. Ecco alle volte penso alla nostra vita come a un film horror. Dove vince chi non ha paura. Da cui si esce solo quando smetti di averla. Bisogna chiudere gli occhi e pensare che tutto quello che pensiamo che sta dentro di noi è in realtà già fuori di noi o non c'è mai stato.