\\ Home Page : Articolo : Stampa
Visto, letto (dimenticato)
Di Carvelli (del 28/10/2011 @ 08:57:56, in diario, linkato 829 volte)

PER TUTTA LA NOTTE

Ho letto, ormai è un po', Per tutta la notte di Philippe Forest. Un libro che fa il paio anzi il trio con altri libri di cui ho già parlato dello stesso autore. Un libro di quel genere che io amo molto e che viene nominato di autofiction. Forest è bravo. Il libro è commovente e impudico. Come impudico è il racconto della morte.

Ho visto il film Cavalli tratto da uno dei racconti di Pugni di Grossi che ho letto. Il film è bello anche se non perfetto. Gli attori sono bravi anche se manifestano la formazione ormai consolidata cinetelevisiva (meno cine). Come un mammut che si è istinto penso a quel genere di attori tipo Volontè (ho da poco rivisto e consiglio per la sua modernità e perfezione Porte aperte di Amelio) che forse non ci saranno più. Nessun giudizio solo un'era glaciale che si è disciolta.