\\ Home Page : Articolo : Stampa
Amāti, āmati
Di Carvelli (del 23/11/2011 @ 10:06:39, in diario , linkato 934 volte)

No so se c'è una relazione biunivoca. Se ad amore ricevuto corrisponda amore che si dà a sé e ad altri. Non lo so (come direbbe uno de I soliti idioti). E lo lascio ai computatori di rubriche psicologiche e al vostro buon senso. Anche se sembra asseverata la relazione di reciprocità. 
Giorni fa una mia amica ha ricevuto un sms bellissimo da sua mamma. Ve lo cito.
" Ciao **, con lo sciopero come fai ad andare a casa questa sera? amore è dura la vita vero? ho fatto tante cose oggi. ho trovato un riccio dietro casa,toccandolo è diventato una palla,sembrava morto,invece si vedeva la pancia che si muoveva respirava pieno di paura,l'ho portato vicino al fosso.ti voglio bene bacini".
Mi sono affrettato a dirle che non ho mai ricevuto un messaggio così bello da mia madre né da mio pade.  Non credo che dipenda dal fatto che sono un uomo. Ho ricevuto altre cose né vi potrei dire di avere avuto a che fare con la Gestapo in mura domestiche anche se ci sono state proscrizioni, divieti, punizioni e altre leccornie. Ora sto bene o sto male? Non lo so (vedi sopra). Sono qui, questo solo. Ma se un giorno avessi una figlia o un figlio (non sono di quelli che pensano a "una severa educazione militare per evitare percolose derive di gender") giuro che gli manderò messaggi così belli.  Se non trovo un riccio lo farò con un piccione, una formica, uno storno o un topo se non ci saranno altre tracce animali. Perché fa bene ricevere messaggi così (anche senza i bacini) e non ho bisogno di nessun autorevole esperto per dirlo.