\\ Home Page : Articolo : Stampa
A cancellare e poi a riscrivere
Di Carvelli (del 14/09/2012 @ 08:56:15, in diario, linkato 536 volte)
A cancellare e poi a riscrivere ci va la forza del gomito, lo sfiato di una pena e - a pensarci bene - anche il precipizio del nuovo. Senza paura e senza certezze. Tutto un calcolo che non dà uno né mille. Tutto un fare che disfa e spesso ricrea dal niente. Una cosa che a molti non piace.