\\ Home Page : Articolo : Stampa
Una poesia di Monika Rinck
Di Carvelli (del 26/06/2013 @ 09:03:43, in diario, linkato 583 volte)
Prolungamenti

così siamo rimasti, noi, il gruppo
quando finalmente le nuvole sono arrivate: la testa all’indietro,
le braccia stese come rami, il cuore ancora
aperto e dilatato da discorsi al caldo
sui prati, nelle notti, in montagna.

nei grandi luoghi di villeggiatura, la grande motte, vicino a montpellier
dovranno chiudere milioni di persiane, rafforzare i favi
da dentro per il gelo, che al sud nemmeno si avverte.

cielo, queste schiene così dritte, quest’attesa,
noi, come gruppo, c’eravamo allungati,
lungo quanto è stata l’estate – e siamo stati anche
angosciati? angosciati no, ma avevamo passati
alle spalle, grandi, e ricordi, ciascuno il suo,
che mettono alle strette ciò che chiamiamo oggi, adesso,
lì dove nell’altro angolo sta già in agguato l’inverno.

d’ora in poi ogni cosa avrà conseguenze. ci apparterrà
più distintamente. abbiamo noi, il nostro gruppo,
davvero resistito a lungo, davvero tutto
è stato deciso? nulla è rimasto irrisolto?
longing, dicono in altri luoghi, perché sanno
che il desiderio è una forma di prolungamento.

(traduzione di D. Capaldi/T. Prammer)
da www.germanistica.net