Immagine
 letto di niki de saint phalle (giardino dei tarocchi - capalbio)... di Carvelli
 
"
In un certo senso, avere una dipendenza è sinonimo di intraprendenza. Una bella dipendenza come si deve toglie alla morte l'elemento sorpresa. Perciò si può progettare la propria fine, eccome. (...) La verità è che il sesso non è sesso se ogni volta non lo fai con un partner diverso. La prima volta è anche l'unica in cui uno c'è dentro completamente, con la testa e con il corpo.

Chuck Palahniuk
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 08/07/2013 @ 15:38:15, in diario, linkato 707 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/07/2013 @ 15:34:44, in diario, linkato 607 volte)

Mercoledì 10 h. 21 al Centro Morante ultima presentazione di Alberto Sordi e Roma con film. Poi prometto che vado in vacanza e anche voi.

www.centriculturali.roma.it/eventi/un-libro-un-film-serata-alberto-sordi/

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/07/2013 @ 10:35:20, in diario, linkato 1722 volte)

Dove l’acqua con altra acqua si confonde
di Raymond Carver


Adoro i torrenti e la musica che fanno.
E i ruscelli, nelle radure e nei prati, prima
che diventino torrenti.
Forse li adoro soprattutto
per la loro segretezza. A momenti dimenticavo
di dire qualcosa sulle sorgenti!
Può esserci una cosa più meravigliosa di una fonte?
Ma anche i grandi corsi d’acqua hanno il mio cuore.
E i luoghi in cui confluiscono nei fiumi.
Le foci aperte dei fiumi che sboccano nel mare.
I luoghi dove l’acqua con altra acqua
si confonde. Questi luoghi mi si stagliano
nella mente come luoghi sacri.
Ma questi fiumi lungo la costa!
Li amo come alcuni amano i cavalli
o le donne affascinanti. Ho un debole
per questa acqua veloce e fredda.
Mi basta guardarla perché il sangue scorra più veloce
e un brivido mi percorra la pelle. Potrei starli
a guardare per ore questi fiumi.
Non ce n’è uno che somigli a un altro.
Oggi compio quarantacinque anni.
Chi ci crederebbe ora se dicessi
che una volta ne avevo trentacinque?
E che avevo il cuore freddo e vuoto, a trentacinque anni!
Sarebbero passati altri cinque anni
prima che ricominciasse a scorrervi del sangue.
Mi prenderò tutto il tempo che voglio oggi pomeriggio
prima di lasciare questo posto accanto al fiume.
Mi piace amare i fiumi.
Amarli a monte fino
alla sorgente.
Amare tutto quello che mi fa crescere.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/07/2013 @ 10:34:09, in diario, linkato 640 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 05/07/2013 @ 09:10:13, in diario, linkato 614 volte)
Mi hai visto ridere, piangere, sperare, perdere e vincere. Mi hai visto da lontano. Poi, da vicino. Ti sei fatta un'idea. Un'idea sommaria. Da cui hai ricavato una tesi. Sommaria, pure quella. Non so se fosse giusta o sbagliata. Era quello che avevi visto e ci si fa sempre un'idea partendo da quello che si vede. Non si calcola mai la resistenza del vento e altri fattori di disturbo, influenze. Alla fine di tutte le tare rimane quel che si vede. Di cui ci si fa un'idea. Sommaria, forse. Ma mi hai visto e hai visto cose che altri non hanno visto. La tua idea è comunque un'idea di me. Che forse serve anche a me. O no.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 05/07/2013 @ 09:07:10, in diario, linkato 636 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 04/07/2013 @ 09:16:11, in diario, linkato 539 volte)

Io sono soffocato dal mondo; e, quando parlo, mi pare che la mia anima riesca ad escirne fuora. E perché posso sentire odori che forse né meno esistono? Io avevo in mente di trovare alberi, ed alberi erano da per tutto. Ma quel cielo, tutto turchino uguale, che mi pareva fossesi chiuso soltanto pochi momenti innanzi che io arrivassi, mi metteva un rimpianto di sogni. Su i poggi cretacei l'aria splendeva, i fieni tremavano e luccicavano; e dalla strada, ch'io non vedevo, si fermavano, quasi salendo sopra i greppi, lunghe strisce di polvere dietro le automobili. Quella polvere pareva gialla; ma, diradandosi sempre di più, cominciava a brillare proprio nel momento ch'era per sparire affatto. Dopo aver guardato, scendevo lungo i confini umidi del mio campo, dove l'erba era sempre più fitta e più alta. Talvolta nascondeva l'acqua traboccata dal fossetto; e mi bagnavo tutte le scarpe. Arrivavo fino ad un pinzo, dov'era un nocciolo selvatico; fermatomi dinanzi a lui, a poca distanza, non andavo via senza prima aver troncato un ramicello che mettevo subito in bocca. Risalendo il confine, verso casa, mi chinavo, senza fermarmi, per strappare un ciuffo di nipitella; e la sfregavo tra le mani. Sul mio poggio, rivedevo i cipressi e le siepi. Allora guardavo lungamente il turchino, ed ero contento di vedervi un pettirosso che ruzzava con le sue ali.

Federigo Tozzi - Bestie

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 04/07/2013 @ 09:12:26, in diario, linkato 580 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 03/07/2013 @ 16:24:08, in diario, linkato 621 volte)

rEstate a San Basilio, continuano gli appuntamenti sotto le stelle!!! Nell’Arena esterna quest’estate si moltiplicano gli appuntamenti con ottimo cinema, a partire da Venerdì 5 luglio alle 21:00 quando, dopo la presentazione del libro “Alberto Sordi e Roma - passeggiate sui set" di Roberto Carvelli, sarà proiettato il film “Ladro lui, Ladra lei” di Luigi Zampa con Alberto Sordi e Sylva Koscina (1958; 100’). Centro Culturale Aldo Fabrizi – San Basilio, Via Treia – Roma INFO 06.4112115 www.centroaldofabrizi.roma.it ; info.aldofabrizi@zetema.it

 
 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 03/07/2013 @ 09:45:13, in diario, linkato 2513 volte)

La pietra perifrastica

 

Dì qualcosa, una qualsiasi.

Soltanto non stare come un’assenza d’acciaio

Scegli una parola almeno,

che possa legarti più forte con l’indefinito.

Dì “ingiustamente” “albero” “nudo”

Dì “vedremo”

«imponderabile»,

«peso».
Esistono così tante parole che sognanno una veloce, libera, vita con la tua voce
Parla
Abbiamo così tanto mare davanti a noi

Dove noi finiamo inizia il mare

Dì qualcosa
Dì «onda», che non sta arretra
Dì «barca», che affonda se troppo la riempi con periodi
Dì «attimo»,
che urla aiuto affogo,
non lo salvare,
Dì, «non ho sentito»

Parla

Le parole hanno inimicizie,
hanno antagonismi
se una ti imprigiona,
l’altra ti libera.
Tira a sorte una parola dalla notte.
La notte intera a sorte
Non dire «intera»,
Dì «minima»,
che ti permette di fuggire.
Minima
sensazione,
tristezza
intera
di mia proprietà
Intera notte

Parla
Dì «astro», che si spegne

Non diminuisce il silenzio con una parola…

Dì «pietra»,
che è parola irriducibile
Così, almeno
che io possa mettere un titolo

a questa passeggiata lungomare.

http://elettrastamboulis.wordpress.com/2010/08/28/la-pietra-perifrastica-di-kiki-dimoula/

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2
Ci sono 244 persone collegate

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








15/11/2019 @ 22:42:14
script eseguito in 443 ms