Immagine
 rodi... di Carvelli
 
"
Ho incontrato molte persone importanti nella mia vita, ho vissuto a lungo in mezzo ai grandi. Li ho conosciuti intimamente, li ho osservati proprio da vicino. Ma l'opinione che avevo di loro non è molto migliorata.

Antoine De Saint-Exupéry
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 20/10/2010 @ 08:47:15, in diario, linkato 428 volte)
 
Vestiario

Ti togli, ci togliamo, vi togliete
cappotti, giacche, gilè, camicette
di lana, di cotone, di terital,
gonne, calzoni, calze, biamcheria,
posando, appendendo, gettando su
schienali di sedie, ante di paraventi;
per adesso, dice il medico, nulla di serio
si rivesta, riposi, faccia un viaggio,
prenda nel caso, dopo pranzo, la sera,
torni fra tre mesi, sei, un anno,
vedi, e tu pensavi, e noi temevamo,
e voi supponevate, e lui sospettava;
è già ora di allacciare con mani ancora tremanti
stringhe, automatici, cerniere, fibbie,
cinture, bottoni, cravatte, colletti
e da maniche, borsette, tasche, tirar fuori
-sgualcita, a pois, a righe, a fiori, a scacchi- la sciarpa
riutilizzabile per protratta scadenza.
(da "Gente sul ponte" di Wislawa Szymborska)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 19/10/2010 @ 17:41:29, in diario, linkato 361 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 19/10/2010 @ 10:39:04, in diario, linkato 452 volte)

Uscendo dal lavoro, ieri, sono andato ad un parchetto vicino casa dove un mio amico porta il suo cane per chiacchierare e stare un po' con lui. In realtà mi sarei fatto volentieri una birra ma non ho trovato nulla di vicino così sono andato lì a fumare un po' di sigaro e ad assistere al loro rispettosissimo e famigliare parlare di cani. Tutti pronti a solidarizzare in questa area circondata in cui facco giocare i loro compagni di vita. Ci si sente un bel po' fuoriposto ma va pure bene ogni tanto. Ti senti alla fine che i tuoi problemi non sono nulla davanti alla vita di quattro zampe coperte di pelo che riescono a strappare amicizia e amore senza cambiare nulla della loro natura. mentre a noi alle volte sembra di dover fare chissà cosa per un po' di considerazione.

Dopo ho deciso di farmi un barbecue anche se ero solo a casa. Alle volte mi piace questo piccolo spreco di carbonella (solo ad accenderlo avrò speso un'ora ieri) e carne. L'idea che stai facendo una cosa solo per te anche se è di molto più bello farlo per altri. Facevo avanti indietro dal fuoco alla cosa bevendo vicno rosso e mi sembrava che in casa ci fosse tanta gente (non credo dipendesse dal vino, no). Fuori faceva un po' freddo e tutt'intorno era silenzio. Un amico mi ha suonato ma non ho sentito. Mi ha chiamato, gli ho aperto mi ha aiutato ad accendere il fuoco e se ne è riandato. Ho rivisto Full Metal Jacket. Vi ricordate la scena finale. Con loro che cantano topolin dopo morte e in mezzo ai disatri che bruciano ancora. Ecco, spesso un inno alla vita può anche essere un po' ridicolo, uno stano miscuglio di dolore, pena e un po' di tenerezza infantile.
">.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 19/10/2010 @ 09:18:11, in diario, linkato 362 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 18/10/2010 @ 15:20:58, in diario, linkato 436 volte)

Sono ferme, le migliaia, e cantano. Intorno a loro, nel mondo la gente sale su scale mobili e lancia occhiate segrete alle facce che scendono. La gente fa dondolare bustine di tè sopra l’acqua bollente dentro tazze bianche. Le macchine sfrecciano silenziose sulle autostrade, strisce di luce colorata. La gente siede dietro le scrivanie e guarda i muri dell’ufficio. Annusa le proprie camicie e le getta nel cesto della biancheria sporca. La gente si accomoda su poltrone numerate e vola attraverso fusi orari e alti cirri e notti fonde, sapendo che c’è qualcosa che ha dimenticato di fare.
Il futuro appartiene alle masse.

Sto leggendo Mao II di Don DeLillo (Einaudi). Con gusto.

 

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 18/10/2010 @ 11:30:28, in diario, linkato 452 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 18/10/2010 @ 10:01:20, in diario, linkato 675 volte)
17 aprile 1944 è una data che il quartiere in cui vivo non potrà mai dimenticare per i motivi che trovate qui http://it.wikipedia.org/wiki/Quadraro Punto, a capo.
C'è questa casa editrice faentina, la Moby Dick (www.mobydickeditore.it), per la cui rivista Tratti ho qualche volta collaborato e che merita vicinanza e sostegno come tutti i piccoli editori. Ogni tanto ricevo qualche dono e, curiosamente, in questa antologia-concorso che mi mandano E alla fine Beethoven trovo un racconto di Serena Patrignatelli dal titolo 17 aprile. Il racconto offre un altro punto di vista su quella terribile giornata e sulle conseguenze che ne derivarono. Un finale meno triste di quello ampiamente storicizzato (ci sono molti libri a riguardo). Un finale in cui la morte sta discosta. Ogni casa di questo quartiere fu presa di mira. Esiste addiritttura un elenco della parrocchia (grazie al suo eroico sacerdote) che porta casa per casa, civico per civico, l'elenco dei proscritti destinati al campo di concentramento. Ogni anno la memoria rivive con corone e manifestazioni e il quartiere ha una medaglia d'oro al valore. Ho ripensato a tutto questo leggendo questo breve racconto nell'antologia non so in che misura autobiografico. Ho ripensato a quanto da allora è cambiato e cosa è rimasto di quella brutta alba. Se c'è un legame tra quel quartiere di allora e quello di oggi. 
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/10/2010 @ 12:12:20, in diario, linkato 385 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/10/2010 @ 11:55:34, in diario, linkato 440 volte)
Ognuno dovrebbe pensare a sé e agli altri - a un altro o un'altra - come a una piccola orchestra, una nazione, una squadra non importa di quale sport. Ogni volta che qualcuno parla a qualcun'altro davanti dovrebbe avere presente un collettivo. Ognuno potrebbe a ragione darci o darsi del "voi" e stavolta non sarebbe cortesia. Poi, d'accordo, uno parla all'attaccante perché intenda il portiere o al violino perché serva alla tuba. Tutti dovremmo parlarci senza avere la certezza che quello che diciamo raggiunga una sola persona, quella che noi pensiamo. Contro ogni tentazione ho usato il condizionale perché pensavo che non è facile vedere la seconda linea o la terza. Non è semplice guardare un gruppo in una faccia. Ed è vero anche che tutto sommato è più semplice fare una cosa per volta. Anche se è sbagliata.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/10/2010 @ 08:43:39, in diario, linkato 381 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 2426 persone collegate

< agosto 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020

Gli interventi pił cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie pił cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








10/08/2020 @ 04:52:27
script eseguito in 657 ms