Immagine
 Il letto londinese di Lorenzo... di Carvelli
 
"
Questo lillà perde i fiori. Da se medesimo cade e cela la sua antica ombra. Morirò di cose come questa.

Alejandra Pizarnik
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 07/10/2005 @ 09:12:53, in diario, linkato 714 volte)
Mi hanno fatto sempre simpatia quelli che intercalano le loro deduzioni su di te con questa semplice clausola del gioco: "scommetto che tu". Più leggera dell' "Io penso che tu". Più deduttiva, e probabilistica. Più lenta e incerta, più rimediabile. Più allegra, quasi infantile. Anche se, alle volte, "io penso che io..."
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 06/10/2005 @ 09:18:15, in diario, linkato 739 volte)

Autobus (sempre leggendo Houellebecq). Mattina. Calca. Mi cade l'occhio sul campanellino della prenotazione della fermata. Tram antico, quindi bottoncino concavo su ovale di plastica (TUTTO MARRONE E NERO) che fa din. Un din preciso, squillante, da vecchio telefono a cornetta. Sotto, a pennarello, una scritta in stampatello:

(EVITIAMO LE DISCUSSIONI)

LA FERMATA E' A RICHIESTA!

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 05/10/2005 @ 16:38:33, in diario, linkato 960 volte)
 Ariodante Marianni
 
L'amore è una guerra, vuoi convincermi
 
L'amore è una guerra, vuoi convincermi,
con qualche tregua,con qualche armistizio,
e io devo essere un cattivo soldato
se vengo a te allo scoperto, senza difese,
a te che sai combattere bene, e colpisci
duro, ogni volta (ne porto i lividi
per giorni). Così elaboro tattiche,
complicate strategie: ma a che servono?
Come ti vedo, alzo le braccia, sventolo
un bianco sorriso; e non ti piace, lo so.
Ma forse è questa la mia inconsapevole
rappresaglia: eludere i tuoi piani,
sventare gli attacchi, rendere inutili
le armi, toglierti, insomma, ogni gloria.
 

Una strana gioia 
 

Strana gioia di vivere

la chiamò Sandro Penna,

 

un frizzante vinello

un diavoletto in corpo.

 

Ti svegli e vai alla finestra,

respiri largo, ti stiri,

 

senza volerlo sorridi:

cerchi un motivo ma non c’è,

 

niente è diverso da ieri,

nessun prodigio è in corso.

 

Forse è un compenso

o un premio perché vivi.


 


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 05/10/2005 @ 11:24:53, in diario, linkato 910 volte)
Ieri un servizio radiofonico di un giornaleradio di una tv privata pur di solito molto corretta così chiosava la notizia della morte di Franco Scoglio, per infarto, in diretta televisiva: "Il cuore che lui aveva sempre messo nel calcio lo ha abbandonato". Le immagini televisive hanno mostrato il momento del colpo, poi i successivi lo hanno criptato. Sui giornali si additava gli audaci trasmettitori. Giorni fa un "negro" ucciso e riverso colante di sangue era ripreso a corredo della notizia della sua morte e sembrava una rarità di solito corretta da lenzuoli bianchi. Perché qui no? E perché la morte suscita questi imbarazzi? Con il sesso e poco altro? Ci fa bene tutta questa censura? O ci fa male la sovraesposizione di altre infingardaggini? E' più grazioso il vedo e non vedo delle modelle, i culi dell'Isola, le gambe sugli sgabbelli radiotelevisivi, le veline che mimano l'ancheggio del piacere a due? Perché usiamo le parole della scienza per il corpo?
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 30/09/2005 @ 09:02:22, in diario, linkato 778 volte)

Ecco due LETTI dalla fabbrica d'arte Levenson. Silvia Levenson per chi non lo sapesse è la magnifica artista in copertina al mio LETTI. Qui i letti della Quadriennale di Roma (RIGUARDATI è il titolo dell'opera).

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 30/09/2005 @ 08:48:22, in diario, linkato 870 volte)

Ho ripescato un antico libretto del modenese Antonio Delfini. NOTE DI UNO SCONOSCIUTO (inediti e altri scritti) era uscito nel 1990 come un allegato ad una rivista (Marka) di Ascoli Piceno. Un racconto UN ROMANZO D'AMORE contiene la non inedita storia di un libro che cambia l'immagine dell'amore. Galeotto fu il libro, insomma, come si diceva puntate fa a proposito di Paolo e Francesca. Scrive Delfini: "La letura preferita di Elvira è D'Annunzio il quale purtroppo le va guastando tutto il suo candore il suo vero amore per Giovanni." E Giovanni è il marito. Immaginate il triste epilogo. Meglio, l'inevitabile precipitare anche se addolorato ma incolpevole cadere in braccia altrui. Potere dei libri. Dei libri? 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 29/09/2005 @ 09:50:02, in diario, linkato 798 volte)
Giorni fa assistevo ad un curioso siparietto che vedeva protagonista il mago otelma e quel conduttore tiberiotimperi... Il Mago parlava sempre al plurale... noi siamo, noi intendiamo... Non ho ben capito con chi ce l'aveva. Erano le due lauree, una forma di spersonalizzazione o una di quelle incontenibili cazzate che uno ha dentro e deve tirare fuori? Non so, timperi lo ha cacciato via ("la porta è quella") salvo ripensarci e riammetterlo. Che coglioni che siamo NOI certe volte...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 27/09/2005 @ 08:55:22, in diario, linkato 1122 volte)
Con la sua voce fioca parla. Si mette per traverso sulla strada di oggi e sussurra. Che è meglio stare a letto, che è stanco e che si vuole riposare. Si sdraia davanti alla rampa di lancio delle tue giornate e ti dice di non uscire mentre tu scavalchi irritato e cerchi di recuperare lo slancio. Con la sua voce fioca ti dice che è il caso di far sfiammare la febbre, di non cambiare nulla, di lasciar andare le cose. Che non puoi controllare tutto e che stare senza far nulla non è poltrire. Con la sua voce fioca ti dice cosa è bene fare. Non giusto, non obbligatorio, non intelligente. E' bene e basta. Rimanere a casa a dormire. Ma la voce era fioca.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 23/09/2005 @ 14:46:05, in diario, linkato 984 volte)

Perdo Genova ma non ne perdo il ricordo. Il mio piccolo altarino in attesa di ritrovarla senza ormai punti di appoggio.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 23/09/2005 @ 08:55:32, in diario, linkato 803 volte)
L'altro giorno ascoltavo il lamento di una persona amica. Il tema era gli uomini, il loro modo tamburellante di attaccare per avere, detenere, possedere, conquistare la grazia femminile... mi sono venute in mente immagini guerresche, assalti al fortino, catapulte e olio bollente. E' incredibile come, pur in presenza di porte aperte e la minima richiesta di uan cortesia, di un passaggio, di uno scambio, molti continuino a guardare alla donna come alla mossa di un risiko e scelgano di forzare le finestre chiuse piuttosto che varcare pacifici la porta dischiusa. La metafora non è della guerra. E' la guerra. Peccato!
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 5900 persone collegate

< settembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
       
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








29/09/2020 @ 10:22:00
script eseguito in 751 ms