Immagine
 Il letto di Reykjavìk... di Carvelli
 
"
Ne avevo viste troppe io di cose non chiare per essere contento. Ne sapevo troppo e non ne sapevo abbastanza.

Louis-Ferdinand Céline
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 30/09/2004 @ 10:21:23, in diario, linkato 941 volte)
PRIMO GIORNO DI SCUOLA
 
Morire intanto
è diventato un gioco.
Il perché
affonda nella sabbia
immobile dell’odio
e il mare si fa rosso. 
 
Voglio di più
voglio illuminare
i volti della gente
le strade del mondo
voglio morire
anch’io sui banchi
il primo giorno di scuola
assieme ai bambini
alle madri e ai padri
nel cuore di Beslan.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 29/09/2004 @ 18:02:22, in diario, linkato 1049 volte)

 Giovanni Impastato, fratello di Peppino, è stato condannato al pagamento di 5000 euro (2.500 euro di spese legali) a favore dell'avvocato Paolo Gullo, legale Di Tano Badalamenti.

 

L'avvocato aveva querelato Giovanni Impastato che, partecipando a una trasmissione televisiva, aveva definito la tesi "Peppino-terrorista -suicida" come "quella di un imbecille".

Secondo la sentenza, emessa nel marzo scorso dal giudice Gaetano Scaduti, "chi sostiene una tesi in un processo può essere criticato, ma non offeso".

 

L'avvocato Gullo ha annunciato di volere devolvere in beneficienza la somma ottenuta.



Di seguito pubblichiamo il comunicato diffuso dal Csd:


Csd - Centro siciliano di documentazione

Giuseppe Impastato

Palermo, 17. 09. 2004


Giovanni Impastato e l'avvocato di Badalamenti La notizia che Giovanni Impastato, dopo una sentenza definitiva in seguito a querela presentata  dall'avvocato difensore di Gaetano Badalamenti, ha pagato 5.000 euro suscita in noi, che abbiamo condiviso per più di vent'anni una battaglia civile che ha portato al processo e alla condanna di Badalamenti come mandante dell'assassinio, una pesante amarezza.


Durante il processo il difensore di Badalamenti non ha perso occasione per offendere la memoria di Peppino Impastato, presentandolo come un pregiudicato, un violento, un esaltato e un folle.


La reazione di Giovanni Impastato è pienamente comprensibile e la sentenza con cui è stato condannato non tiene conto del clima del processo e soprattutto di un impegno civile, condotto con coraggio e con gravi rischi personali.


Badalamenti è stato riconosciuto nel processo alla cosiddetta Pizza connection come uno dei capi del traffico internazionale di droga eppure non risulta che in Italia gli sia stata confiscata anche una sola lira; invece Giovanni Impastato, per evitare il pignoramento, si vede costretto a sborsare una somma non indifferente.

 

 Una sorta di confisca alla rovescia, che invece di colpire il mafioso colpisce un protagonista della lotta contro la mafia.


Oggi, grazie all'impegno di Giovanni e della madre, dei compagni di Peppino e del Centro a lui intitolato, Peppino Impastato è una delle figure più significative della lotta contro la mafia degli ultimi decenni e un punto di riferimento.


La sentenza ci riporta indietro negli anni, quando a difendere la memoria di Peppino Impastato eravamo in pochissimi e tanti pensavano di lui che era un terrorista e un suicida e dicevano le stesse cose che l'avvocato di Badalamenti ha sostenuto durante il processo e continua a sostenere anche dopo la condanna del defunto capomafia come mandante del delitto.


Facciamo nostro l'appello di Giovanni perché le associazioni a cui dovrebbe essere devoluta la somma del risarcimento non accettino il contributo e siamo grati per le espressioni di concreta solidarietà che abbiamo ricevuto.


Il Centro mette a disposizione il suo numero di conto corrente per chiunque voglia effettuare un versamento in solidarietà alla famiglia Impastato. Le somme vanno inviate a


Centro siciliano di documentazione "Giuseppe Impastato", via Villa Sperlinga 15, 90144 Palermo, conto corrente postale n. 10690907 specificando nella causale:

 

"Solidarietà alla famiglia Impastato" Umberto Santino

Presidente del Centro Impastato

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 29/09/2004 @ 15:05:22, in diario, linkato 876 volte)

Ieri ho letto questo bell'articolo sulla morte della moglie di Luigi Meneghello, grande scrittore vicentino. Ve lo segnalo. E' commovente.

http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20040928&ediz=01_NAZIONALE&npag=21&file=MEN.xml&type=STANDARD

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 29/09/2004 @ 08:54:06, in diario, linkato 1320 volte)

 

Da quando non una gioia così grande? E per quanto? E come e di che gioire se c'è chi scrive ed è capace di titolare... non vi dico nulla...guardatevi la prima de Il Giornale.  Per conto di chi? Se ci sono questi occhi qui che hanno visto un volantino di una organizzazione cattolica che fa rima in ONE che a dispetto dei proclami del Santo Papa inneggianti alla pace richiamare l'idea di una guerra giusta. U N A  G U E R R A  G I U S T A. Detto da cattolici. Perché detto da laici magari suona. Ma detto da cattolici vi assicuro che marca male. L'organizzazione in ONE ora forse sta moderando i termini dello scontro. Forse. Perché il Santo Papa continua a dire invece... con coraggio e inusitata e indefessa e senza se e senza ma che no...non è giusta. Sapete? Tutta quella storia del valore della vita... quella per cui la provetta, l'aborto, la....le bombe no...possono essere giuste dicono quelli in ONE o lo dicevano. Le Simone erano sorridenti. Ringraziavano nella lingua di chi le ha graziate. Di chi ha preso soldi. Magari di chi glieli aveva già dati per rapirle. Chissà. Intanto al guerra continua dilaniando un paese, un sistema economico, un sentimento di pace che oggi qualcuno sberleffa in nome della giustizia planetaria e di cordata. To be continued. To be?

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 28/09/2004 @ 11:48:09, in diario, linkato 874 volte)

 

home

 Al 47TH FLOOR Via di Santa Maria Maggiore 47 ROMA dalle 21 alle 24 (io sono più per verso le 23,30) ci sono Claudio Morici e...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 28/09/2004 @ 09:43:58, in diario, linkato 972 volte)
Ieri (come ho fatto!?) sono riuscito pure ad andare al cinema. Da solo. O meglio: D. non c'era ma siccome ci si era detti vediamoci lì, ti mando un messaggio, nel dubbio ci sono passato. E non c'era. Dato che stavo lì... Andare al cinema, da soli. Che dire. Andare al cinema sempre e comunque. Per me il cinema è un tempio, non serve essere in due per sentire la missione o meglio la chiamata come dicevano (dicono?) una volta i catechisti. Io ho la chiamata del cinema. Rispetto alle medie alte che mi si rimproverano...Boh io ci andrei di più. E' una delle cose che faccio con piacere. Torniamo a Franco Franchi e a Ciccio Ingrassia e a COME INGUAIAMMO IL CINEMA ITALIANO di Ciprì e Maresco. locandina del film COME INGUAIAMMO IL CINEMA ITALIANO - LA VERA STORIA DI FRANCO E CICCIOLo consiglierei? Sì. Mi è piaciuto? Sì. Che cosa hai pensato uscendo? Cazzo che mal di testa chissà se stanotte dormo. Sì ma del film? Perché la cultura pop vien rivalutata a passo d'anni e a metri di terra sulla testa? Tipo le radio freak che mandano i duran tutti tronfi di trasgredire mettendo il trash. Rivalutare la farsa come genere degno...insomma fateci capire qualcosa signori della critica che strapazzate gli autori i registi gli scrittori in nome del commerciale...quei due signori lì FF e CI hanno fatto fare film a tanti nostri AAAAAutori (come ricorda il simpatico aneddoto di Baudo)...
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 27/09/2004 @ 10:16:26, in diario, linkato 841 volte)

Ohhhhh Tanzi in libertà. Era ora. Dopo libri, tv e giornali e giurisprudenza soprattutto il patron torna libero. Pensava ieri lui e infatti era programmata una giornatina con tanto di chiesa, come il Cragnotti sempre ai Cappuccini di via Veneto. Insomma noi siamo uan democrazia e non dico che dobbiamo esserne fieri ma se c'è qualcuno che ancora democratico non è per favore mano sulla coscienza e convinciamolo. Ad ogni mezzo...desert storm! Tanzi è libero e gli italiani (nome geografico di questa presunta base di democrazia) non sanno chi e come li proteggerà oggi e in futuro da questa splendida parola L I B E R I S M O che significa che alcuni possono fare il cazzo economico che gli pare. La radice della parola è bella gli effetti drammatici. Siamo liberi. E a questo punto è giusto che lo sia anche il povero Tanzi. E a proposito di libertà e giurisprudenza solidarizziamo con gli Impastato che devono pagare il peso della giustizia (altra parola dell'insiemistica democratica) e per aver espresso dolore e rabbia (dopo quel che si sa e quel che non si sa sulal fine del povero parente) devono pagare pegno (soldi) alla giustizia che mai gli restituirà affetto. Chiudono quindi il loro bar di Cinisi e raccolgono fondi per la loro (loro!) giustizia e democrazia su questo CC postale 10690907 del Centro di documentazione antimafia Peppino Impastato.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 25/09/2004 @ 14:04:54, in diario, linkato 1041 volte)

Riprendendo il discordo da ieri (radio) stamane life in Pigneto e finalmente ho visto il video multimediale di Vanni Attili che poi era stato presentato nella Notte Bianca del Pigneto (ma io ero altrove). Ed è un lavoro superbo me nonostante che ci ho messo la faccia (tante faccette) e la voce (vabbè). Un lavoro straordinario che non mi sorprende (conosco Vanni e so che cosa vale, la cura che ha, la profondità ecc.). Ch cos'è il Pigneto? Rimando a PIGNETO SERENADE nel libro PERDERSI A ROMA ma alla fine (oltre alle foto che scorrono sopra e che individuano come in una fiaba il percorso verso la mia casa) è/era questo...

il pigneto, nähe via prenestina

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 24/09/2004 @ 15:02:32, in diario, linkato 920 volte)

Parole eco parole. Che strana epidemia che è la lingua. Tempo fa mi accadeva di girare in pullman attraversando Marche e Abruzzo. Ovunque fuori dai vetri grandi delle linee private che operavano il traghettamento vedevo paesaggi di una bellezza straordinaria. Pioggia e neve all’orizzonte e acqua tanta acqua. Le spazzole dei tergicristalli il buio i fari delle macchine. L’autostrada (che strano pensare a un viaggio pubblico, un autobus che percorre la stessa strada delle macchine!) con questi sorpassi che inquadravano le macchine dall’alto. In terra marchigiana e abruzzese all’improvviso il proliferare di una parola OUTLET. Ovunque. Qualsiasi marca. Scarpe o vestiti che fossero. Outlet. Una imitazione virale. Non c’era negozio che non avesse (dovesse) vantare la sua moderna parentela. A Roam non l'avevo mai vista. Sapevo che c'erano, ci sono, poco fuori. Ma in città no. Modernità della provincia? Provincialismo della città. Chiusura grettezza? O imitazione del piccolo verso il grande. O distinzione del grande, spocchia snobismo verso un grande omologo?

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 24/09/2004 @ 12:12:15, in diario, linkato 722 volte)

Oggi h. 17,45 parliamo di Roma

(Perdersi a)

su Rai Radio3

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 1589 persone collegate

< settembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
       
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








27/09/2020 @ 16:18:28
script eseguito in 775 ms