Immagine
 Il letto di Lorenzo... di Carvelli
 
"
Taluni fanno l'amore ogni giorno; altri lo fanno cinque o sei volte in tutta la vita, oppure mai. Taluni fanno l'amore con decine di donne; altri con nessuna. E' ciò che viene chiamato "legge del mercato".

Michel Houellebecq
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 21/02/2012 @ 15:13:26, in diario, linkato 605 volte)
Abbiamo visto e ci è piaciuto all'Auditorium il concerto con Leonidas Kavakos che suona il concerto per violino di Korngold.
http://youtu.be/dLxDA7MRsUE
">.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 20/02/2012 @ 11:06:09, in Diario, linkato 580 volte)
Nella introduzione agli scritti scelti di Nichiren Daishonin Daisaku Ikeda scrive: "nel contesto del dialogo interreligioso moderno è necessario quindi accettare e valorizzare le molteplici caratteristiche di ogni singolo credo e, allo stesso tempo, afferrare la profonda verità e sapienza presente nelle sue dottrine. Non vi è dubbio che, così facendo, ogni religione potrà esercitare un'influenza positiva sulle altre e diventare sempre più una religione dedicata alla felicità del genere umano".
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 17/02/2012 @ 12:49:24, in diario, linkato 519 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 17/02/2012 @ 09:57:03, in diario, linkato 513 volte)
la morte è un fiore che una sola volta/ fiorisce/ ma fiorisce come nient’altro fiorisce/ fiorisce appena lo vuole,/ non fiorisce nel tempo/ essa viene, una grande falena/ che adorna steli cedevoli/ tu lasciami esser uno stelo/ così forte che la rallegri

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 16/02/2012 @ 10:01:13, in diario, linkato 449 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 16/02/2012 @ 09:52:09, in diario, linkato 590 volte)

La (bianca) poesia di Villa Borghese
di Roberto Carvelli

Nel momento in cui scrivo su Roma è caduta la soffice discesa della neve. Pochi giorni fa, invece, si è appreso della scomparsa di Wislawa Szymborska. Nel primo caso si è trattato di una previsione – che prima ha avuto tutta la forza titubante di una roulette – nel secondo di una inconfutabile asserzione. A Roma la neve ha una sua piccola casistica: 2010, 2005, 2004, 2002, 1999, 1996, 1991, 1986, 1985 e via così, andando a ritroso. La poetessa polacca, nobel alla letteratura nel 1996, è morta a ottantotto anni in una, non inusuale come a Roma, bianca e polare Cracovia una decina o una ventina (massime o minime) di gradi sotto lo zero. Di neve doveva saperne, lei. Certo più di noi che attendiamo ogni nuovo anno per fare di questa casistica di giorni bianchi una fila di anni più numerosi. Eppure nelle raccolte delle sue poesie che possiedo c’è pochissima neve. Forse quel che ci è più vicino non ci colpisce così come, invece, noi romani poco abituati al bianco della neve ci elettrizziamo solo nell’attesa. Poca neve dicevo nelle poesie di questa grande poetessa polacca ma molta morte – anche se mai disperata, amareggiata – qualche volta addirittura ilare: “Morire quanto è necessario, senza eccedere”. Persino un epitaffio, il suo: “Qui giace come virgola antiquata/ l’autrice di qualche poesia. (…)”. Una frase che forse in ragione del suo essere previdente avrà tolto ogni imbarazzo e incertezza agli inumatori dopo quelli della data mancante: 1 febbraio 2012. Nel momento in cui è stata scattata questa foto il viale degli ippocastani di Villa Borghese aveva questo giallo-marrone così autunnale e poetico. Nel frattempo avrà una poesia più bianca. E dei bambini la reciteranno tirando palle o facendo pupazzi per eternarla in gesti allegri e rari. Che perciò ricorderanno per sempre come io ricordo la neve del 6 gennaio 1985 e delle pallettate nelle tribune di un Lazio-Milan, poi sospeso per impraticabilità del campo. La neve avrà cambiato questo viale quel poco e per quel poco da farci pensare che persino i nostri giorni romani sempre uguali, uguali non sono. Anche se, per saperlo, basterebbe dotarci di un’attenzione più concentrata e lenta, fotografica. Anni fa a Villa Borghese fu dedicato un bellissimo libro-documento che catalogava immagini private raccolte negli anni del parco. Con tutto l’avvicendarsi di volti di famiglie e gruppi di persone colti nel loro saltuario passaggio festoso o festivo. Una specie di storia fotografica nelle epoche di cui non ricordo immagini con neve ma immagino che ce ne fossero. Una storia cominciata all’inizio del secolo XVII, continuata con il re Umberto I che la donò alla città e arrivata fino all’oggi di pappagalli verdi, biciclette o runner senza requie, coppiette e solitari foraggiatori di piccioni. Non so se la Szymborska, quando venne a Roma, almeno quella volta in cui arrivò per leggere al Goethe e andammo a sentirla e vederla così piccola dietro quel tavolo, silenziosa e lontana senza boria dal clamore di quel tributo di folla, sia stata portata in questa villa. Sono domande piccole o ricerca di risposte troppo piccole per avere un peso. Niente a che vedere con le sue questioni essenziali ma prudenti o imprudenti a seconda del caso. Anche se talvolta poi pentite: “Chiedo scusa alle grandi domande per le piccole risposte”. Niente a che vedere con le sue conclusioni universali che hanno reso la sua poesia trasversale e ricca di piani di lettura e di significati adatti a orecchie e occhi diversi. Versi che rimarranno nella nostra memoria come conclusioni di cui facilmente ci continueremo ad appropriare per la nostra piccola religione laica: “Devo molto/ a quelli che non amo./ Il sollievo con cui accetto/ che siano più vicini a un altro” o “Il cosmo è quel che è,/ ossia perfetto./ E i burloni non glielo perdoneranno mai” o “Non conosco la parte che recito./ So solo che è la mia, non mutabile” o “Anch’io non ho scelto,/ ma non mi lamento”. O anche: “Sono entrambi convinti/ che un sentimento improvviso li unì./ È bella una tale certezza/ ma l’incertezza è più bella”. Ma forse oggi ci dobbiamo lasciare con questi versi “Non c’è vita/ che almeno per un attimo/ non sia immortale./ La morte/ è sempre in ritardo di quell’attimo”. Anche se, per dirci un arrivederci che non suoni doloroso, non c’è nulla di meglio dell’apertura di Nulla due volte: “Nulla due volte accade/ né accadrà. Per tale ragione/ nasciamo senza esperienza,/ moriamo senza assuefazione”. E, senza assuefazione, ci lasciamo qui senza sapere o sapendo che ci sarà ancora un’altra neve a Roma. Che ci stupirà un seconda (non seconda) volta.
www.paesesera.it/Societa/La-bianca-poesia-di-Villa-Borghese/(local)/127

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 15/02/2012 @ 14:50:15, in diario, linkato 518 volte)
Purtroppo o per fortuna sono nato in una famiglia cattolica. Purtroppo o per fortuna sono nato in una famiglia con poca disponibilità economica (pur non essendo povera). Purtroppo o per fortuna ho vissuto chiedendomi se potevo o non potevo comprarlo. Purtroppo o per fortuna prima di comprare qualsiasi cosa sono stato abituato a chiedermi se ne avevo veramente bisogno. Purtroppo o per fortuna sto qui che mi domando se ho bisogno di vedere Celentano a Sanremo o sapere di che cosa ha concionato. Purtroppo non riesco nemmeno a dire "no, non ne ho bisogno" che già lo so. Per fortuna l'ho già dimenticato.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/02/2012 @ 16:40:18, in diario, linkato 398 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/02/2012 @ 14:28:30, in diario, linkato 429 volte)
Giorni fa in metropolitana due ragazze in età universitaria sfogliavano un grande blocco a quadretti. Una spiegava all'altra "i nodi". Diceva "questo è un nodo... questo un altro". Non so di che parlassero. Di nodi, comunque. Non so di quali. Poi una si è tirata il blocco e - come se fosse un rebus - ha detto: "voglio provarci da sola". Ma siamo scesi prima dell'eureka.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/02/2012 @ 09:22:27, in diario, linkato 436 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 703 persone collegate

< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








31/10/2020 @ 21:12:48
script eseguito in 597 ms