Immagine
 Letto di L... di Carvelli
 
"
“Cos’è questa? Tristezza? Chissà, forse./ Un motivo che conosco a memoria./ Che sempre si ripete. E sia./ Che continui così./ E risuoni anche nell’ora estrema,/ come la gratitudine degli occhi/ e delle labbra per ciò che qualche volta/ ci costringe a guardare lontano./ E fissando in silenzio il soffitto,/ perché visibilmente la calza resta vuota,/ capirai che tanta avarizia è solo indizio/ del diventare vecchio./ È tardi ormai per credere ai prodigi./ E sollevando lo sguardo al firmamento/ scoprirai sul momento che proprio tu/ sei un dono sincero.”

Josif Brodskij
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 13/04/2011 @ 16:37:54, in diario, linkato 459 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/04/2011 @ 08:42:55, in diario, linkato 397 volte)
Dialogheremo sul pensiero buddista sull'ambiente che è condensato nel principio di esho funi. Molto semplicemente: l'io è l'ambiente sono due ma non due. Ovvero sembrano essere duali nella sostanza fenomenica, per come si presentano, ma sono più profondamente uniti, correlati, per quello che sono. Da qui discendono ovviamente un insieme di comportamenti interdipendenti.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/04/2011 @ 08:46:44, in diario, linkato 500 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/04/2011 @ 15:14:11, in diario, linkato 426 volte)
Il mio benzinaio di riferimento si chiama Alcesti. In realtà è più di un benzinaio. Mettere i miei dieci euro di benzina diventa più che un abbeveraggio, un vero e proprio scambio di punti di vista sulla vita. La visione di Alcesti è decisamente open mind. Oltre la pompa. Oltre il recinto del suo gabbiotto. Oltre il via vai di macchine che attraversano il suo spazio. Penso a quanto si impara dallo stare fermi un posto. Guardare al mondo che passa. Anche io oggi sarei voluto stare fermo a un angolo della strada a vedere passare il mondo. Entrare e uscire dal gabbiotto. Scambiare due parole con qualcuno. Dire la mia. Ascoltare la loro. Tutto qua.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 14/04/2011 @ 15:21:12, in diario, linkato 477 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 15/04/2011 @ 08:36:34, in diario, linkato 450 volte)

Elena ha chiesto una tavola da stiro. Che pretese! Ho pensato che questo voglia dire qualcosa in una casa. Sì ma cosa? Che è più casa? E' un tocco femminile? La prova di un'efficienza? La tavola da stiro deve essere per la casa come l'attrezzistica per un bodybuilder. Un'articolazione, una specializzazione. Tutte cose che con la mia vita hanno poco a che vedere. Con la mia vita hanno a che vedere: l'imperfezione, l'approssimazione, la disorganizzazione e l'amore. L'amore soprattutto. L'amore in senso lato. Perché c'è un senso lato dell'amore. Almeno per come la vedo io, la vita. E l'amore.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 15/04/2011 @ 08:45:30, in diario, linkato 437 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 15/04/2011 @ 14:42:02, in diario, linkato 549 volte)

Letti disfatti

Amano le stanze ombreggiate,
le carte da parati consunte,
le crepe nel soffitto,
le mosche sul cuscino.

Se ti viene la tentazione di allungarti,
non essere sorpreso,
non farai caso alle lenzuola sporche,
al raschio delle molle arrugginite
mentre ti metti comodo.
La stanza è un cinema buio
dove si proietta
una pellicola sgranata in bianco e nero.

Un'immagine sfuocata di corpi svestiti
nel momento della dolce indolenza
che segue all'amore,
quando il più malvagio dei cuori
arriva a credere
che la felicità può durare per sempre.

Charles Simic

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 15/04/2011 @ 14:44:30, in diario, linkato 570 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 18/04/2011 @ 08:39:39, in diario, linkato 627 volte)
Venerdì pomeriggio. Qualcosa mi suggerisce di incontrare per un the una mia amica. In realtà è una persona che ho visto forse una decina di volte in tutto e con cui ho parlato tre. Ma recentemente lei mi ha detto delle cose, io ho sentito di dovergliene dire altre, lei lo stesso finché siamo arrivati a questo the. Un the (verde) anche buono, un the acquistato da poco sfuso. Al di là del the resta una domanda. Ma quest'impulso a "chiarirsi" si può definire sensato? Ha un perché pensare di riuscire attraverso i propri parlamenti a cambiare il punto di vista di un altro? O solo a farlo rivedere, a influenzarlo? E perché poi? Per affermare una propria (propria) verità? Oggi penso che chiarirsi è un verbo che pecca di ottimismo o manca di reciprocità. Delle due l'una. Non è pessimismo quello che mi spinge né critica altrui. Anzi da ora in poi quando sentirò l'impulso tutto mio a "chiarire" me ne guarderò bene. Almeno con gli altri. In definitiva le cose rimangono sempre come sono. Per ognuno. E forse non ci siamo neanche chiariti noi.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7
Ci sono 405 persone collegate

< gennaio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








19/01/2020 @ 14:26:01
script eseguito in 734 ms