Immagine
 il letto di san giovanni rotondo... di Carvelli
 
"
Com'è, o Mecenate, che nessuno vive contento della sorte che la ragione gli ha dato o il caso gli ha gettato davanti, e tutti invece non fanno che esaltare chi persegue una vita diversa?

Orazio
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 12/02/2012 @ 14:54:45, in Diario, linkato 604 volte)
Ho visto e mi è piaciuta la mostra sparsa Nuova Gestione al Quadraro. In realtà mi è costato poco vederla. Centocinquanta passi in tutto da casa. Con la gentilezza appassionata degli organizzatori e un po' di orgoglio di quartiere. Mi è piaciuto il lavoro di Angela Zurlo, la realizzazione di quello di Luana Perilli, la ricerca di preparazione di quello di Margherita Moscardini. Mi è piaciuta sopra tutto l'idea della mostra e di come è stata inserita nel quartiere. Mi piacerebbe che il quartiere fosse una permanente di questo laboratorio e che l'esperienza di Condotto C avesse trovato una rete invece di uno stop.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 11/02/2012 @ 12:19:21, in diario, linkato 473 volte)
Sembra il libro giusto per tutto il gelo di oggi ma, contrariamente al titolo, è il libro giusto per qualunque giorno. Il principio dell'iceberg di Ernest Hemingway è una di quelle belle interviste Paris Review che possiedo in una edizione Melangolo. L'iceberg ve lo cercate (che è un consiglio da tesaurizzare). Io vi segnalo la domanda del giornalista coraggioso (Plimpton) che riporta una vecchia affermazione dell'autore americano secondo cui si scrive meglio se innamorati. Hemingway: "Ehi, che domanda! Comunque dieci e lode per averci provato. Si può scrivere solo quando la gente ti lascia in pace e non c'è nessuno che ti interrompa. O meglio, quando si è sufficientemente risoluti a farlo. Sicuramente, però, è quando si è innamorati che si dà il meglio, ma se è d'accordo preferirei non scendere in particolari". In quali particolari voleva scendere? Vi suggerisco di cercare su laRepubblica di oggi l'incitamento alla strategia della lepre di Emanuele Trevi e su quella di ieri un pezzo su Joyce di Nadia Fusini. E così avete tre compiti per rompere il ghiaccio.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 10/02/2012 @ 08:51:31, in diario, linkato 724 volte)
Così si chiude Notte di veglia di Octavio Paz: "Qui cessa ogni discorso/ qui la bellezza non è leggibile/ qui la presenza diviene terribile/ chiusa in se stessa la Presenza è vuoto/ il visibile è invisibile/ Qui diviene visibile l’invisibile/ qui la stella è nera/ la luce è ombra luce l’ombra/ Qui il tempo si ferma/ i quattro punti cardinali si toccano/ è il luogo solitario il punto di convegno/ Città Donna Presenza/ qui il tempo finisce/ inizia qui".
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 09/02/2012 @ 09:09:13, in diario, linkato 467 volte)

http://youtu.be/E5K0aPGw9Rk
">.
Era tanto che non lo rivedevo. Se mi lasci ti cancello: brutta (non) traduzione di Eternal sunshine of the spotless mind. E recentemente mi era capitato di parlarne. Così dovrei fare oggi. Ma mi limito a dire di quanto questo film sia per me la riuscita combinazione di un'idea accattivante raccontata in maniera non banale ma non seduttiva. Così quando sento parlarne con quel cedimento sentimentale non ne sono irritato. Bella la musica, bravi gli attori, interessante la storia e la metafora che sembra suggerire. Siccome siamo quasi a San Valentino, siccome c'è tanta neve. Siccome ve lo consiglio. 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/02/2012 @ 17:58:27, in diario, linkato 550 volte)

Ricevo e pubblico questo bel pensiero pubblicato da Franco Arminio per i suoi Esercizi di Salute Morale su Il Mattino .

Ci sono dei momenti che rivelano più di altri la salute morale di un individuo o di una collettività. Le nevicate di questi giorni sono uno di questi momenti. Ognuno fa quel che sa fare. Un mio vicino passa il tempo a spalare lo spazio vicino al garage per farsi un piccolo giretto in macchina: mezz’ora per spalare, due minuti per raggiungere la meta. Non si vedono ragazzi che giocano a palle di neve: non so altrove ma al mio paese non si usa più. Prima di uscire ho messo in rete un appello per spalare gli alberi. Su facebook molti se la cavano con un mi piace. Magari c’è una grande animazione, ma dalla rete non si segnalano iniziative per togliere la neve dagli alberi o per andare a far compagnia agli anziani soli. L’ossessione principale è quella di liberare la propria macchina. Le scuole quasi ovunque sono chiuse. Sarebbe bello che il primo giorno di riapertura si andasse tutti insieme, alunni e professori a scuotere gli alberi. Nessuno sta morendo di fame, anche se la grande nevicata svela oltre all’inerzia morale di molti, la falotica evoluzione urbanistica dei paesi. I comuni hanno tantissime strade da liberare. In quasi tutti i paesi la maggior parte delle persone ormai vive in case isolate. C’è chi ha buon senso e chi no. Ci sono sindaci che si fanno vedere in giro e altri che hanno chiuso i comuni e vedono la televisione. C’è la provincia che in fatto di neve è sempre piuttosto solerte. Forse la nota più dolente viene dai nostri ragazzi. Non solo non giocano a palle di neve né s’inventano una pista con qualche slittino arrangiato, ma pare che la neve quasi non li riguardi. Non sarebbe male se dessero un segno i forum giovanili, le pro-loco, le tante associazioni che si danno da fare per organizzare le feste estive quando ogni paese vuole darsi l’aria da villaggio turistico. L’Irpinia non è quella, l’Irpinia è adesso. Andatela a cercare nei vicoli. Andate a trovare qualche anziano. Chiedetegli se ha bisogno di frutta, di medicine. Questa nevicata può essere un occasione per rinsaldare il nostro vacillante spirito comunitario. La cosa più semplice e più bella da fare in questi giorni è uscire a piedi, tenere la macchina ferma il più possibile. La nevicata ci illumina sul fatto che a stare fermi non succede nessuna catastrofe, poche sono le azioni umane veramente necessarie. E una delle meno necessarie è il recriminare. Abbiamo visto in televisione persone meno abituate di noi alle neve reclamare con veemenza per fastidi davvero minimi. Anche qui, e non solo nel capoluogo, si segnalano situazioni assurde, come quelli che vanno a buttare le buste d’immondizia sulla neve, pur sapendo che la raccolta è impossibile. Tenetevi i rifiuti in casa, non succede niente. In certi momenti bisogna fare gesti semplici. Chi si è fatto la casa lontano dal centro dovrebbe avere un poco di pazienza. E sono giorni in cui usare molta gentilezza. Non è mai sprecata. Il primo giorno di neve sono finito fuori strada. Mi hanno aiutato degli operai calabresi. la gentilezza degli sconosciuti. Facciamo tutti assieme una bella Irpinia in questi giorni. I nostri amministratori vanno pungolati per ben altre cose. Per la neve ci vuole un fiorire di iniziative individuali. Prendete le pale. Guardatevi attorno, non esiste solo il vialetto davanti alla vostra casa.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/02/2012 @ 15:28:43, in diario, linkato 343 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/02/2012 @ 09:21:32, in diario, linkato 520 volte)

Jolanda è il mio libro primo. Non il primo scritto ma il primo proposto per la pubblicazione in anni in cui essere esordienti aveva molti cancelli. Ad esempio Jolanda ebbe un'ottima risposta  degli editori. Dei tre a cui avevo spedito, tutti e tre mi chiamarono. Due - uno era addirittura un buon editore medio e ben distribuito - mi proposero di pagare e rifiutai. Con uno parlammo di editing ma poi non se ne fece nulla e non ricordo perché, stanti i complimenti telefonici. Perché va detto che non essendo tempi di email mi arrivarono un fax in un caso e due telefonate nell'altro. Jolanda come altri testi ritornò nelle polveri dei cassetti salvo riuscirne con molti tentennamenti varie volte. E alla fine eccolo dopo chissà quante stesure. Segna la nata collaborazione con una casa editrice tedesca di e-book, la Chichili Agency  Satzweiss che ha aperto grazie al suo agente italiano Roberta Gregorio alla narrativa italica. E' a tutti gli effetti il mio primo e-book. Cosa 2euroe99, tutto sommato come un buon settimanale. Il tempo di lettura supera forse quello di un settimanale perché ahivoi non ci sono foto ma non so se è "buono" abbastanza (dipende dal settimanale, forse). Il resto se avrete coraggio lo scoprirete. Pero ora potete acquistarlo qui http://it.ebookizzati.com/ebook-jolanda-roberto-carvelli-satzweisscom-chichili-agency-idprd28975.html ma presto lo trovere su i-tunes e amazon.it. Il resto poco per volta. Buona lettura.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 06/02/2012 @ 10:39:07, in diario, linkato 410 volte)
Oggi sarebbe l'ottantesimo compleanno di Truffaut. Ed è l'omaggio di oggi
http://youtu.be/0ht8CKL5xJk
">.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 05/02/2012 @ 13:53:52, in Diario, linkato 442 volte)
Camminiamo pattinando sulla Tuscolana incerti sul da farsi. Cioè camminare. Ovvero camminiamo incerti. Oggi si va così in immaginarie tute turchese scintillante con sbuffi e volteggi. Per ora senza cadute reali. Ma immaginate sì.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 04/02/2012 @ 10:06:49, in diario, linkato 504 volte)
Finalmente è arrivata la neve è ha fatto bianchi i due giardini. Quello di dietro, dove scrivo, proietta una luce abbagliante nella stanza. Sul divano il mio gatto google conta le pecore o i topi o i pappagalli o i pettirossi che ha ucciso come il killer seriale che è. Ma non questo a cui ho dato da mangiare un po' di fette biscottate e che va e viene un po' impaurito. Ogni tanto il limone si scrolla di dosso un po' di neve. Sul sentiero le impronte di google che comunque ha voluto fare una mezzora di passeggiata prima di ricadere nel sonno invernale. Io al pc scrivo sistemando i lavori in corso che viaggiano in parallelo al mio lavoro già corso. Le casse mandano un vecchio cd di gillespie e machito ed è l'unica cosa equatoriale della giornata. Fuori un silenzio spettrale e nemmeno un segno di ruote sulla strada ma il mio emporio indiano non cede neppure davanti al gelo e promette una salvezza alimentare di cui comunque non avrò bisogno. Il telefono tace come è giusto che sia oggi. Compreso il team di calcetto che, come la serie A, credo abbia accettato seppur a malincuore il salto del turno. Il resto ce lo diremo dopo il disgelo. Almeno quello atmosferico.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4
Ci sono 135 persone collegate

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








10/12/2019 @ 02:49:51
script eseguito in 379 ms