Immagine
 La culla di Hvammstangi... di Carvelli
 
"
E poi, Machado, le tue poesie!/ E' un po' come quando un uomo di mezz'età/ s'innamora un'altra volta. Una cosa bella da vedere/ anche se un po' imbarazzante./ Ho fatto qualche sciocchezza, tipo metter su il tuo ritratto./ E andavo a letto con il tuo libro/ per averlo a portata di mano. Una notte un treno/ è passato nei miei sogni e mi ha svegliato./ E la prima cosa che mi è venuta in mente, con il cuore a cento,/ nella stanza buia è stata:/ va tutto bene, tanto c'è Machado./ E poi sono riuscito ad addormentarmi.

Raymond Carver
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
á
á
Di Carvelli (del 16/04/2012 @ 08:50:36, in diario, linkato 559 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 13/04/2012 @ 14:15:56, in diario, linkato 476 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 13/04/2012 @ 14:02:43, in diario, linkato 463 volte)
Sommariamente va bene. Sommariamente me la cavo. Lavoro, sport, cose così... Un po' di "logorio della vita moderna", come si direbbe ma... Sommariamente procedo. Sottraendo la cosa si fa più spinosa. Per esempio: se al lavoro sottraggo la soddisfazione del lavoro? Se allo sport sottraggo i risultati in termini di fiato e tonicità? Insomma: sommariamente e senza sottrarre rischio persino di essere (o sembrare) felice. Persino. Ma guai a fare operazioni più complicate.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 11/04/2012 @ 17:29:32, in diario, linkato 449 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 11/04/2012 @ 12:04:23, in diario, linkato 486 volte)
La rubrica in cui iscriverei questa storia è il “lo sai” che tengo con la mia amica e. Ma non da e. viene ma da una mia collega. Il “lo sai”: lei è in metro le cade una moneta da due euro e lei la guarda rotolare come si guarderebbe un fenomeno scientifico ancora tutto da nominare, registrare, brevettare. La moneta si fa un po’ di metro. Parliamo, quindi, della linea A (Roma) e delle vetture più recenti. Ecco la moneta che sta rotolando e si ferma tra due signore che se la contendono. “è mia”, “no mia”. E sono entrambe – a sentire la mia collega – bene in arnese. Una di fronte dice di averla vista rotolare e che è sua e di nessuna delle due. La spunta una delle prime due. Ma rimane il risentimento delle altre. La mia collega non dice nulla. Guarda il tutto divertita. Ma un viaggiatore, che ha visto e sa, la invita ad andare a recuperare la “sua” moneta. Lei nulla. Ma all’uscita – ultima fermata, Anagnina – lui, di sua sponte, rivà dalla neoricca e le chiede di restituire la moneta che ritorna così alla mia collega. Ecco il lo sai della moneta rotolante.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 11/04/2012 @ 09:32:37, in diario, linkato 476 volte)

Sono arrivato fino a qui

senza morire –

e finisce l’autunno

Basho da Piccolo manoscritto nella bisaccia

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 10/04/2012 @ 12:03:14, in diario, linkato 525 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/04/2012 @ 09:52:47, in Diario, linkato 538 volte)
"Ad alcuni il sesso piace più che ad altri, lo si sa./Tu sembri amarlo molto,in verità./╚ bello essere ascetici,e d'indole innocente./Tu non sei di questo tipo, fortunatamente" Wendy Cope - Guarire dall'amore - Crocetti
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 06/04/2012 @ 11:04:40, in diario, linkato 752 volte)
Per una strana coincidenza ho visto un film e letto un racconto su un guardone. Il primo si chiama Hire il secondo Enoch Emery. Il primo è nel film di Leconte del 1989 "L'insolito caso di Monsieur Hire", l'altro nel racconto di Flannery O'Connor "Il cuore del parco". In nessuno dei due casi ci viene trasmessa l'idea di una malattia o di una perversione. Anche se nel film del francese (tratto da un libro di Simenon) ci si domanda dove inizia e finisce la normalità di un atteggiamento di distacco dagli altri se quello è in realtà fornito di una spiccata capacità di visione sentimentale, di vicinanza alle sorti della persona guardata. Mi ha colpito la coincidenza casuale del doppio incontro con il tema "guardoni". Mi domandavo, mutatis mutandis, quanto si possa spostare questa capacità e debolezza di visione al nostro nuovo modo di guardare sociale. Mettiamo lo sguardo su persone che non conosciamo con una abilità nuova e strumenti impensati. Un profilo di FB o di TW. Siamo con gli occhi nelle vite degli altri e non sempre con intercettazioni casuali. Spesso neppure fredde. A volte con una vicinanza che stupisce noi e chi è osservato. La domanda è: ma chi è guardato sa di esserlo? Fa in modo di esserlo? Chi è guardato, in fondo, non asseconda e incoraggia la visione di chi guarda? La profetizza?
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3
Ci sono 2011 persone collegate

< agosto 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020

Gli interventi pi¨ cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie pi¨ cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








10/08/2020 @ 01:12:24
script eseguito in 479 ms