Immagine
 il letto di san giovanni rotondo... di Carvelli
 
"
Ho incontrato molte persone importanti nella mia vita, ho vissuto a lungo in mezzo ai grandi. Li ho conosciuti intimamente, li ho osservati proprio da vicino. Ma l'opinione che avevo di loro non è molto migliorata.

Antoine De Saint-Exupéry
"
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 10/01/2011 @ 08:54:28, in diario, linkato 521 volte)

L'altroieri notte (continuo con al notte) non so cosa è successo ma la mattina avevo le mani sporche. Poteva essere sangue o vernice o ruggine ma intorno niente altro era macchiato e la mattina non si sono levate via le macchie. Solo stamane.

Ieri pomeriggio una mia amica mi ha invitato ad andare a vedere i due bimbi. Stavano nella vasca e si facevano il bagno giocando ai pirati con una barca galleggiante. Poi lui con lo scopino della tazza ha batezzato lei. Come un rito di passaggio. Sapranno che stanno facendo un rito di passaggio?

 
Di Carvelli (del 07/01/2011 @ 14:55:18, in diario, linkato 563 volte)
 
Di Carvelli (del 07/01/2011 @ 14:47:07, in diario, linkato 550 volte)
L'altroieri notte ho dormito con la chiave alla porta (fuori dalla). Ovviamente trattavasi di un errore. Ma ho dormito così. Io vivo al pianoterra, piano unico così ho messo in pericolo solo me. Dopo ho pensato che forse volevo che qualcuno entrasse. Inconsciamente dico. Dopo ho pensato: ma non sarà che qualcuno è entrato? Il primo comportamento viene comunemente definito fatalista. Il secondo: ansioso.
 
Di Carvelli (del 07/01/2011 @ 09:21:29, in diario, linkato 492 volte)
 
Di Carvelli (del 07/01/2011 @ 09:15:36, in diario, linkato 1012 volte)

Interessante articolo ieri di Alessandro Piperno che ricorda il caso Celan-Goll nel recensire il meridiano di Bonnefoy. Qui sotto un riassunto della querelle da un articolo di Ranieri Polese:

 È nel 1960 che esplode l' «affaire Goll». Claire è la vedova del poeta alsaziano Yvan Goll che aveva chiesto a Celan, appena arrivato a Parigi (1949), di tradurre in tedesco le sue poesie. Ma Goll muore nel 1950, e tre anni dopo la vedova accusa di plagio Celan. Poi, nel 60, Claire Goll pubblica un articolo velenoso su una rivista tedesca (dice, fra l' altro, che anche la morte dei genitori nei campi di sterminio sarebbe un falso) che la stampa della Germania Federale riprende con grande clamore. Dalla parte di Celan si schierano la Bachmann, Enzensberger, Bonnefoy, Jens.

E' un adagio noto a molti (e anche una citazione) che lo scrittore è chi sa copiare msenza farsi accorgere. ma quando se ne accorgono? Bonnefoy e con lui piperno rivendicano l'autorialità del prestito. Una parola nella penna di un altro diventa dell'altro, semplificando. Il caso altrettanto interessante è come una tale accusa deflagri nella mente già indebolita del poeta tedesco. d è questo il filo che vorrei tirare. Quale cosa può destabilizzare un universo più o meno in complicazione.

 
Di Carvelli (del 05/01/2011 @ 17:24:26, in diario, linkato 521 volte)
 
Di Carvelli (del 05/01/2011 @ 17:12:48, in diario, linkato 567 volte)
Un passo indietro a ieri e a Renard. Un passo indietro a ieri e a laRepubblica. Scrivere perché. Rispondono vari scrittori (il pezzo prende le mosse da un'inchiesta di El Paìs che il giornale italiano rimpingua). Alla fine mi colpisce Englander "per fare un po' d'ordine nel caos". Sincero e "in tinta" Eco ("perché mi piace"). Problematicamente romantica ma vitalistica la Nothomb ("è la stessa cosa che innamorarsi"). Il resto mi passa inosservato.
 
Di Carvelli (del 05/01/2011 @ 15:07:10, in diario, linkato 501 volte)
Vedi, dice, tu sei quello che non va e che non viene. Quello di cui sai sempre l'indirizzo. Potrebbe essere noioso ma tu non sei noioso. Così ogni tanto so dove bussare e perché.
 
Di Carvelli (del 05/01/2011 @ 08:50:28, in diario, linkato 546 volte)
 
Di Carvelli (del 05/01/2011 @ 08:36:31, in diario, linkato 610 volte)

Qualche tempo fa usciva La melancolia del corpo (titolo originale The Melancholy of Anatomy) di Shelley Jackson (minimum fax). Un testo quasi iniziatico che viaggiava attorno al corpo. L'organizzazione dei capitoli, il sistema di riferimento era quello, seppur in forme complesse (un capitolo dedicato al cancro, uno al dildo raccontato in forma storica e personificata, catarro e spermatozoi) e forse alle volte contrarianti. Latte è un altro dei capitoli e sembra una grande metafora. Di cosa? "C'è ampio spazio per le variazioni, nell'atto amoroso. Certo, è proprio questa ampiezza che terrorizza i principianti" leggo, a un certo punto. Finora si è parlato di cielo, di nuvole. Di amore per il cielo e per le nuvole. Come se si consigliasse una tecnica per amare il cielo e per esserne ricambiati. Dopo, leggo: "In breve, non c'è fine alle tecniche che procurano piacere al cielo, se adoperate con sentimento; perciò partiamo dalle basi, e lasciamo il resto al gusto individuale". Lascio al vostro gusto individuale l'amore per il cielo nero di oggi (il mio almeno). 

 
Ci sono 3712 persone collegate

< agosto 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








06/08/2020 @ 00:20:25
script eseguito in 747 ms