Immagine
 Il letto di Nadia... di Carvelli
 
"
Affamato e inferocito, sapevo che nulla al mondo mi avrebbe costrtto al suicidio. Proprio in quel periodo avevo cominciato a capire l'essenza del grande istinto di conservazione, la qualità dui cui l'uomo è in sommo grado dotato. Vedevo i nostri cavalli sfiancarsi e morire - non posso esprimermi in altro modo, utilizzare altre parole. I cavalli non si distinguevano in nulla dagli uomini. Morivano a causa del Nord, del lavoro troppo gravoso, del cibo cattivo, delle botte - e anche se subivano tutto ciò in misura mille volte inferiore agli esseri umani, i cavalli morivano prima. E capii la cosa più importante: che l'uomo è diventato uomo non perché è una creatura di Dio, né perché nelle mani ha quella cosa straordinaria che è il pollice. Ma perché è FISICAMENTE più forte, più resistente di tutti gli altri animali, e poi perché in seguito ha saputo costringere il proprio spirito a servire con successo il corpo.

Varlam Salamov
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

Di Carvelli (del 09/10/2004 @ 10:32:58, in diario, linkato 744 volte)
Ho aggiunto due citazioni. Una da Jules Renard, quello di Pel di carota. Sapete? La mia è tratta da STORIE NATURALI un libro che avevo in einaudi e ho ricomprato in garzanti. Un libro quasi introvabile...o ce l'ha ancora stampa alternativa. L'altra è tratta da Palahniuk SOFFOCARE. Fate come volete ma io vi consiglierei di leggerli. I due.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 08/10/2004 @ 09:57:16, in diario, linkato 4610 volte)
A Roma girano dei copricasco di stoffa con su scritto 69 DE PUTA MADRE. Li ho visti addosso a amotociclisti insospettabili. mamme con figli dietro che vanno a scuola. Ragazze dall'aria dolce dolce. Qualcuno li ha di fogge militari, da mimetica. Che terrore! Ora anche napoletani UE UE IAMME CUONCIO CUONCIO. A una che lo indossava gliel'ho chiesto e lei intimidita mi ha guardato e si è girata. Un gesto imbarazzato indispettito e si è girata verso l'amica come per ignorarmi. E' vero che io parlo con tutti anche nelle situazioni più assurde. Quando ha trovato coraggio (lo stesso che glielo avev fatto indossare) me l'ha detto PIANO PIANO significava. Aveva un filo di voce la coraggiosa provocatrice esibizionista. Che tristezza! A Roma girano anche magliette che inneggiano a Pablo Escobar. Cercatevi un po' chi è... c'è una bio ed è questa

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 07/10/2004 @ 09:12:38, in diario, linkato 804 volte)

Si sono collegati al mio sito da qui:

http://search.jubii.dk/cgi-bin/pursuit

Boh. Un sito danese. Mi ha sempre affascinato vedere questo lettering fatto di O spaccate e pallini sopra. Reklamér p Jubii |Du kan f hj欰 ved at klikke p Hjlp til sgning. Ledige jobs p Jubii

Mica saprei dire cosa significano ma mi hanno sempre affascinato. Mi dànno l'impressione di un'allegria fatta di faccette e puntini tondi sulle i... quelli dei diari di scuola. Tipo un piccolo carnevale della scrittura interpretato con suoni misti, a volte dolci, a volte aspri. Detto questo non saprei distinguere svedese, danese e norvegese. E infatti qualcuno mi ha confermato trattarsi di lingue omologhe e comprensibili tra loro, anche se foneticamente diverse. Che il finlandese sia altro lo so da scuola, dall'università. Altro ceppo. Non so altro. Ma se vedo tuitte quelle faccette mi viene l'allegria. E vorrei partire. E andarci, lì da quelle parti...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 05/10/2004 @ 09:08:38, in diario, linkato 717 volte)

"Tra i suoi autori di culto cè Aldo Nove"

Dunque... i miei autori di culto... quali sono? E poi: ho autori o libri di culto? E poi: ho il culto della letteratura? Boh non so. So che molti hanno il culto della letteratura e molti della letteratura disdegnano i culti. Mi astengo dall'esprimere giudizi. Ieri la Tamaro (da un articolo sulla rivista dell'università cattolica di Milano) dichiarava di essere stata perseguitata per la sua fede cattolica. Non mi sembra onesto intellettualmente: lei è stata perseguitata per il suo suo successo. Un successo per buona parte popolare e non trasversale come quello di certi autori di genere. Il ghetto c'è stato, l'imbarazzo di chi la stimava da prima, da Testa fra le nuvole, Per voce sola. La fede è venuta dopo, come una risorsa diperata di un'anima complessa, ricca. Un'anima graziata da 2milioniemezzodicopie e perduta dal disprezzo, abbandonata. Culti. Ne ho? Sono letterari? Temo di aver amato e di amare libri, in alcuni casi autori ma culti no. Culti non ne ho. Nella prossima puntata i libri amati...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 04/10/2004 @ 09:32:10, in diario, linkato 750 volte)

Gordiano Lupi recensisce LA COMUNITA' PORNO ZOOM con belle parole. Merci.

http://www.lamanicatagliata.it/pages/cultura/dettaglio.cultura.asp?ID=253 Anche se la storia di Aldo Nove da me pregiato non gli va proprio giù. E sul de gustibus tutti d'accordo. Lo scrissi in replica. Ma leggetevi cosa scrive più esattamente, così per sapere:

http://www.stampalternativa.it/lettera22.php?id=256&start=480 Ma soprattutto nella sua recensione segnala il grande Dario Morgante su cui mi spendo da sempre. E' un talento anche se è un amico e ciò ce lo rende antipatico e sospetto. Antipatico soprattutto. Ma è bravo. Anzi bravissimo. Tornando a Nove, sabato ho partecipato alle belle letture dei LIT (libri in testa) presso la libreria CROCE a Corso Vittorio ma mi dicono anche possibili in succursale milanese (Messaggerie). www.ilibrintesta.it che è un gruppo di appassionati lettori ma tra loro due bravi scrittori (Michele Governatori e Federico Platania, quest'ultimo ancora inedito) fernandelliani e un poeta Alessio Brandolini che già citai di recente. Beh si doveva decidere aprendo a caso dei libri da loro selezionati. Tra questi anche Aldo Nove SUPERWOOBINDA anche lui nonostante tutto finito tra il caviale e non i suoi succedanei. Che dico? Condivido. Ma per la gioia di tutti c'era Bernhard, la Dickinson, Nizan... Insomma ce n'era per tutti.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 04/10/2004 @ 09:09:14, in diario, linkato 719 volte)

LA VITA CHE VORREI è il nuovo film di Piccioni. Bello. Tributo (immagino pure voluto) a Truffaut e al metacinema. Ben recitato dala solita grande coppia Lo Cascio Ceccarelli (s o n t u o s a). A volte algidi a volte estremi. Confusi e spersi nella difficile technè dell'amore disegnano un ritratto dell'attore e dell'amore. In corso. In fieri. Tutto si sta facendo: il film, la maturità (parliamo di vita, di crescita, di età) e oltre l'anagrafico si sta facendo l'amore. Matura. Male. In tempi di colera. Un film meditativo che si permette nel difficile finale (difficile perché come fai a finire un film così...infinito) di lasciarci a vedere come la freddezza e il rancore non smettano. Non si pieghino nemmeno dinanzi al prodotto più umano possibile dell'amore. La concretezza non fa media. E c'è dolore. Ancora. Un gran film a cui avrei forse solo cambiato qualcosa in ultimo. Di sicuro avrei tolto l'uscita dall'ospedale con il manifesto. ma sono minuzie perdonabili. Piccioni ha da dire delle cose. Lo fa. Con coraggio. Io, per esempio, io, gli ho perdonato le eventuali sbavature di LUCE DEI MIEI OCCHI. Un film bellissimo, che anche quello entra in comunicazione con noi. Ci sono pochi registi come Giuseppe Piccioni e andrebbero protetti come animali rari.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 02/10/2004 @ 14:01:57, in diario, linkato 698 volte)
Ozon era l'autore di questo film straordinarioma poi lo avevo apprezzato anche in questoche pure altri avevano criticato e che io invece avevo trovato coraggiosa pantomima e citazione di generi da perfezionista vaudeville. Non sono peccati quelli che fanno fare esperimenti e che fanno di un regista un autore alla ricerca piuttosto che un fanatico clonatore o ripetitore di se stesso. E così era venutoe anche se con meno fortuna si era vista una mano felice. Ma ora siamo a CINQUEPERDUE e mi trovo ammirato a vedere come la banalità possa mutarsi in perfezione della gratuità e come senza uscire dalla norma si possa generare l'assoluto della perfezione. Quella che ci fa vedere noi stessi in una cosa senza che (questo è l'occhieggiamento che odiamo) si senta una voce che dica TU. Tu sei così. Anche TU fai così. TI riconosci, vero? No, Ozon no. Non cerca e non si accontenta del nostro Sì matrimoniale al suo cinema e questo è bene. Alla fine senza dire nulla che non si sappia racconta con una sensibilità di mimetismo perfetto la banalità del bene (e del male) che c'è in una coppia, tra due persone. Devo stare attento a dire CAPOLAVORO perché poi la gente si irrita. Un CAPOLAVORINO. Anzi un CAPOLAVORINUCCIO. Bene così?
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 01/10/2004 @ 09:59:44, in diario, linkato 742 volte)

E sogno da una vita un cappellino verde con questo stemma

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 01/10/2004 @ 09:12:11, in diario, linkato 734 volte)

Ieri Testori. NEL TUO SANGUE.  Adattato dal bravo (dal solito bravo) Pierpaolo Sepe. Un testo denso di incontenibile dolore. Qualche nuvola di ironia ma tanto dolore, tanta sofferenza. Scenografia essenziale bella la maglietta insanguinata con le braccia infilate in una tavola come un crocifisso. Un'immagine che mi ricorda la copertina di un libro (einaudi) di Fois. Ma forse sbaglio.

L'altra sera ero andato a vedere

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 30/09/2004 @ 10:23:21, in diario, linkato 1045 volte)

Ieri Marina Abramovic. Esperienza di rara suggestione. La sensazione che la pelle si possa scalfire e mettere gli organi in evidenza. Il senso di un limite superato. L'idea della bellezza e che la debolezza è forza e il pianto è urlo di coraggio. Che una donna è bella sempre che una artista deve essere bella. Che l'arte è trasgressione (anche trasgressione). Che un artista deve mettersi in gioco in tutto, anche nel privato. Che non si può cauterizzare tutto, anestetizzare. Vivere è morire. Un po' per volta.

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 235 persone collegate

< settembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
       
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020

Gli interventi pi cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie pi cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








20/09/2020 @ 06:33:00
script eseguito in 737 ms