Immagine
 Il letto-cuccetta di Federica... di Carvelli
 
"
Qui l'attenzione raggiunge forse la sua più pura forma, il suo nome più esatto: è la responsabilità, la capacità di rispondere per qualcosa o qualcuno, che nutre in misura uguale la poesia, l'intesa fra gli esseri, l'opposizione al male. Perché veramente ogni errore umano, poetico, spirituale, non è, in essenza, se non disattenzione

Cristina Campo
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 31/08/2009 @ 14:28:42, in diario, linkato 849 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 31/08/2009 @ 08:35:21, in diario, linkato 780 volte)
Dici un inverno di coperte, di trapunte, di termosifoni che non si scaldano. Dici un inverno come se volessi dire un tempo magico. Poi dici un tempo giusto per te (per me). Dici che scotto. Lo so già che non sono per quest'estate. Per nessuna estate sono. Sono stato. Dici verde, dici cardigan. Parli di me come se fossi un elfo che deve uscire dal bosco al momento giusto. E poi mi chiami autunno. E poi dici inverno. Eccomi.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 28/08/2009 @ 09:30:12, in diario, linkato 758 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 27/08/2009 @ 08:50:20, in diario, linkato 789 volte)
Di fatto ci sentiamo poco. Meglio: ci sentiamo a intervalli di quattr'anni. Spesso ci vediamo pure. Lei in continente o io all'isola. Nessun uomo è un'isola? E' la dotta citazione? In questo caso una donna è un'isola. E così se ci sentiamo è perché si pensa che uno è in isola o una è in continente. Eppure non possiamo dire di esserci dimenticati dell'uno o dell'altra. Penso anzi che ci ricorderemo sempre anche dopo. Come una pianta che magari non dà frutti per anni e poi di nuovo e a nessuno che venga in mente di tagliarla. Il turno dei nostri quattr'anni è stato rispettato ieri e non è passato inosservato al fato. Mentre ci sentivamo l'Ikea veniva sgomberata a ritmo di una voce insistente che invitata con fermezza e ritmo alle uscite. Incendio? Guasto tecnico? lasciate i carrelli e affrettatevi alle uscite...i vostri bambini sono già fuori. La mia amica che alla parola "Roma" scoppia sempre a ridere, come se fosse una barzelletta, ormai non ha più incertezze sulla follia della nostra città e non si è stupita più di tanto dello sgombero. Delle volte che c'è stata a Roma (una dietro di me in moto la ricorda costernata) l'impressione che le abbiamo lasciato noi romani è di totale incoscienza e schizofrenia. Ma non ne è turbata. Ride e basta come se fosse una malattia con gag compresa. In tutti i casi i ritmi del nostro quadriennale sentirci meritano delle riflessioni cabalistiche o quantomeno un calcolo spaventato delle probabilità che qualcosa di serio (non dico terribile no) possa accadere.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 26/08/2009 @ 12:01:37, in diario, linkato 818 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 26/08/2009 @ 08:51:57, in diario, linkato 829 volte)

Da Rumore bianco di Don De Lillo, il mio libro (in parte) dell'estate che consiglio per tutte le vostre stagioni. Cito:

"Che cosa può esserci di più inutile di un uomo che non sappia riparare un rubinetto che gocciola, più fondamentalmente inutile, più morto alla storia, ai messaggi dei suoi geni?
Non ero sicuro di non essere d'accordo".

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 25/08/2009 @ 15:26:31, in diario, linkato 823 volte)

">.

So come se ne esce. So come si fa. L'ho fatto altre volte. L'ho fatto tante volte. Anche questa volta potrei. Senza dire una parola. Senza parlare. Non è un problema. E' facile basta prendere le misure prima e un po' d'aria ogni tanto. Il resto viene da sé. Forse non il resto del resto ma del resto...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 25/08/2009 @ 08:35:15, in diario, linkato 815 volte)
Batto il tempo. Cerco un ritmo mio. Qualcosa di semplice. Qualcosa che si possa ballare. Un passo facile che un altro può imparare, che posso insegnare. Batto un dumdum per tutti. Chi adesso pensa di non farcela, chi crede che sia ormai tardi. In fondo lo diceva pure Gandhi "Ho sempre creduto che ciò che è possibile per uno è possibile per tutti" (citazione da C.).
 
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 24/08/2009 @ 15:04:30, in diario, linkato 898 volte)

Nella mia zona (quattro vie a quadrilatero sulla Tuscolana) le ragazze si chiamano tutte Laura. Non una, non due. Sembra così. Di una si devono essere innamorati in due. Di due due o uno. Scusate ma mi fermo: la matematica non è mai stata il mio forte. Vicino casa mia abbondano frasi spray dedicate a una o due o tre di queste Laure. E niente per le altre o poco. Insomma, il sillogismo è che ti devi chiamare Laura per avere mille attenzioni o qualche frase carina mi pare funzionare a guardare le mie strade. Laura con i capelli lisci stai da dio. E in effetti i capelli lisci a chi li ha ricci dà sempre il brivido della bellezza e della vanità. Lo sanno, lo sappiamo: chi si chiama Laura e chi no. Una di queste Laure deve anche essere straniera (ma qui di stranieri ce ne sono tanti) e la frase è ispanica. Nina (con l'accento circonflesso) eccetera eccetera (ma in spagnolo). Tutte le frasi sono ex post...un abbandono, un dolore, una separazione. Ma tant'è... l'amore arriva sempre dopo. Ma è l'amore che arriva dopo... o noi? Come sia, le Laure del mio quartiere ricevono complimenti, non è facile staccarsene, si vorrebbero rivedere, riavere, rincontrare, riceverne il perdono eccetera eccetera. Non so se alla vernice abbia fatto seguito un ritorno. Ignoro se l'amore abbia avuto una coda e temo che ci possano essere nuove scritte ( e non è che dalle nostre parti i muri - liberi - abbondino). Così per ora mi accontento di pensare che da qualche parte, dietro una di queste poche finestre, qualcuna ogni giorno si svegli ricordando il suo nome. In fondo, la gente cosa vuole...

">.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Carvelli (del 24/08/2009 @ 10:39:15, in diario, linkato 798 volte)

">.

Sono in macchina. E' buio. Nemmeno una luce qui. Sotto, più sotto, le luci del mare. Risalgo in montagna. Tornanti e buio. Prima mare, prima pesce. Ore e ore di sole e acqua marina. Poiun combattimento di breve durata con un polpo in umido. Ascolto un CD. E all'improvviso mi accorgo che questa canzone, sì era questa canzone, una volta mi è stata dedicata. Quando? Non ricordo. Non ricordo neppure tutte le svolte di questo buio illuminato dagli abbaglianti. Non incrocio nessuno. Musica che esce dal finestrino nella notte. Anima che esce nella notte. Anima che torna indietro. Anima che va avanti. Nella notte. Nel buio. Con un bel fascio di luce che illumina la strada.

**
Grazie.
Grazie a te.
Ma io non ho fatto altro che chiedere di accendere un paio di volte. Era più semplice mettere un gasdotto sotto la sabbia da asciugamano a asciugamano e invece ho avuto il mio accendino in prestito (più semplice di una tubatura).
Restituisco.
Grazie.
Grazie a te. (A me).

**
Dovrei dire della bellezza di Rumore bianco di De Lillo. Un libro che ne esce tutto rigato di sottolineature. Un libro bello così bello come non  mi accadeva da tempo di leggere. (Dovrei dirlo un'altra volta)

**
AVVISTAMENTI
Un'aquila reale (parco delle alpi apuane)
Una volpe (perché ti guardano un attimo e poi spariscono nel verde? perché ti guardano un attimo?)
Una signora che riscalda il latte del bambino tenendo una mano con il biberon fuori dall'ombrellone, al sole.
Una cicogna in volo (Follonica).
Un airone cenerino (Grosseto).
La centrale di Montalto.
Le macchine di Roma. Le macchine.

**
Lui è in America. Mi manda un messaggio. E sono le 4. Ma io lo sto sognando. Nel sogno mi chiede se gli presto il golf/pullover/cardigan (sto un po' a interrogarmi sul termine) blu. Sono sorpreso dalla coincidenza. Il messaggio dice dov'è e che sta bene. Non riesco a rispondere. Mi riaddormento. Il giorno dopo scrivo la strana coincidenza. Due giorni dopo mi dice che quando mi ha mandato il messaggio mi stava comprando un regalo. Una felpa blu.

**
Che ci faccio con tutti questi sogni? Che ci stanno a fare? Cosa deve dirmi tutta questa attività onirica? A giugno ho addirittura sognato per quattro notti consecutive la stessa persona. Paura? Un po' sì, lo ammetto. Ma forse era la semplice vittoria del serial sul film? Continuità invece di discontinuità. ma lì per lì corri ai ripari.

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2
Ci sono 186 persone collegate

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi pių cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie pių cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








11/12/2019 @ 13:30:43
script eseguito in 548 ms