Immagine
 letto (single) di antonella... di Carvelli
 
"
Salta giù dal letto di primo mattino e si mette in cammino solo quando ha lo spirito netto, il cuore puro, il corpo leggero come un abito estivo. Non si porta dietro provviste. Berrà per strada aria fresca e respirerà salubri odori. Lascia le armi a casa, gli basta tenere gi occhi bene aperti. Gli occhi gli servono da reti dove le immagini verranno ad imprigionarsi da sole.

Jules Renard
"
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 27/05/2008 @ 16:03:55, in diario, linkato 1014 volte)

"C'era qualcosa in lei che mi faceva pensare alla parola 'fagottino', ma non sapevo bene cosa. Non era via della sua corporatura - era alta e snella. Di sicuro non era il piercing al naso, né la ragnatela tatuata sul braccio sinistro, o la complicatissima spada disegnata lungo la clavicola".

Avevo mancato di riparlarvi di Amanda Davis e del suo bellissimo MI CHIEDO QUANDO TI MANCHERO'. Provvedo un po' così, con questa citazione che non rende giustizia delle tante belle pagine, delle descrizioni di persone e di un tono generale che fa davvero colla amichevole. Una colla che ce lo mette addosso e ce ne conserva il clima.

 
Di Carvelli (del 27/05/2008 @ 12:54:17, in diario, linkato 1074 volte)
"Non voglio provare desiderio per lui! Non voglio provarlo per nessuno, non voglio sentire niente e basta! Non voglio essere attratta da un atto d’amore, o anche solo pensarlo; voglio libertà, voglio la liscia sterilità delle monete, che si sfregano una contro l’altra, consumate dal tocco di mani amiche; a trent’anni voglio dire addio all’amore, perché non sono forte abbastanza. Una donna nell’atto d’amore non prova gioia ma solo spavento, una parodia del travaglio del dare la vita. Tortura. Il cuore che batte a centosessanta, centottanta battiti al minuto, dov’è la gioia in tutto questo? Cos’è questo inganno, questo scherzo? Il corpo stesso non è forse uno scherzo?"
(Joyce Carol Oates, Storie americane).
 
Di Carvelli (del 27/05/2008 @ 09:15:17, in diario, linkato 968 volte)

Delle preziose compagne degli inizi (anni) di scrittura mi ricordo la piccola ma interessante rivista di letteratura TRATTI (Fogli di letteratura e grafica da una provincia dell'impero) che ora so anche resistente. Mi arrivano a distanza di anni due numeri di questo sforzo appassionato che si fa a Faenza. La guida spirituale si chiama Leotta, la casa editrice Moby Dick. Il numero 77 aveva la curiosa campionatura d'auto di Elio Paoloni. Il 78 è un florilegio di poesia ben introdotto da Cesare Ricciotti ("La grammatura delle parole"). Vi segnalo le poesie del veneto Andrea Longega. Trascrivo questa - facendo torto al dialetto di partenza - in lingua.

**

Ancora quasi a quarant'anni
salgo le scale dietro di te.
Il pantalone che si alza ad ogni scalino
ti segna la gamba magra, gamba di chi
ha fatto poco sport, ed io - diverso
anche in questo - chiudo la fila,
dietro di te.


 
Di Carvelli (del 26/05/2008 @ 12:20:57, in diario, linkato 688 volte)

Venerdì ho avuto la fortuna di assistere al concerto di Toumani Diabaté nel castello di Sermoneta (Latina). Non credo che avrò modo di dimenticarmene. Credo che succederanno ancora tante cose nella mia vita - lo spero, almeno - eppure quella di venerdì sarà un'emozione che non dimentico. Non so se nel frattempo gli avrò dato un nome. Se sarò riuscito a sintetizzare questa unione di misticismo e sano divertimento. L'idea di aver fatto parte di un rito (e in quanto parte di averlo officiato...che poi è questa la grandezza della musica dal vivo, in genere) tra il rigenerante e il riflessivo. Una cosa così, che non so chiamare. Mi ricorderò la sua faccia tra il consapevole e l'inconsapevole, l'irriverente e il religioso. Una faccia che sembrava dire che è tutto normale che è così, che questo è suonare eppure anche suscitando impressioni di possibilità inespresse (che sarebbe stato a noi esprimere). Boh qualcosa sarà successo. In fondo: succede sempre qualcosa.

http://www.myspace.com/toumanidiabate

 
Di Carvelli (del 26/05/2008 @ 09:21:48, in diario, linkato 662 volte)
«Voi che siete gli amici che non ho, voi che siete i soli con cui possa scambiare quattro chiacchiere o andare in giro a divertirmi, non vi andrebbe di parlare di libri o di come si può cambiare il mondo? Che ne dite? Magari dopo si potrebbe uscire a fare casino. Eh? Non vi va?.... Ve lo chiedo per favore! Cristo, non ne posso più di starmene chiuso qua dentro a sbattere la testa contro il muro. Per favore! Cosa vi costa volermi un po’ di bene? Provateci, almeno. Vi chiedo solo questo. Ho così bisogno di un gruppetto di amici… ma perché non rispondete? Merda merda merda, ma non c’è nessuno in quel vostro mondo del cazzo? … qualcuno, uno qualsiasi, chiunque… non ne posso più di star qui a farmi consolare dai miei sogni. Sono così solo. Così… c’è nessuno là fuori? Perché non dite niente? Rispondete per favore… per favore» (Tommaso Pincio, “Un amore dell’altro mondo”).
 
Di Carvelli (del 23/05/2008 @ 12:39:41, in diario, linkato 628 volte)
Adesso che placata è la lussuria
sono rimasto con i sensi vuoti,
neppur desideroso di morire.
Ignoro se ci sia nel mondo ancora
chi pensi a me e se mio padre viva.
Evito di pensarci solamente.
Ché ogni pensiero di dolore adesso
mi sembrerebbe suscitato ad arte.
Sento d'esser passato oltre quel limite
nel qual si è tanto umani per soffrire,
e che quel bene non m'è più dovuto,
perché soffrire della colpa è un bene.
 
Mi lascio accarezzare dalla brezza,
illuminare dai fanali, spingere
dalla gente che passa, incurioso
come nave senz'ancora né vela
che abbandona la sua carcassa all'onda.
Ed aspetto così, senza pensiero
e senza desiderio, che di nuovo
per la vicenda eterna delle cose
la volontà di vivere ritorni.
 
Di Carvelli (del 23/05/2008 @ 10:06:34, in diario, linkato 638 volte)
Prima di tutto vennero a prendere gli zingari

e fui contento, perché rubacchiavano.

Poi vennero a prendere gli ebrei

e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.

Poi vennero a prendere gli omosessuali,

e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.

Poi vennero a prendere i comunisti,
e io non dissi niente, perché non ero comunista.

Un giorno vennero a prendere me,
e non c'era rimasto nessuno a protestare.


 (Bertolt Brecht)
 
Di Carvelli (del 23/05/2008 @ 08:57:36, in diario, linkato 668 volte)
Mi avresti chiesto cosa avevo fatto, cosa avevo mangiato, dov'ero stato. Altre domande un po' inutili a cui avrei risposto con molta serietà nella certezza che per te fossero importanti. Mi sembra di non rimpiangere nulla, di non dover chiedere ammenda di qualcosa Mi sembra di aver speso bene questo tempo ma più di tutto mi sembra di aver speso bene questi ultimi anni con te. "Speso". Non uso a caso o male questa parola. E' per aver un termine di confronto "opportuno" (non opportunista) con tutte le cose da fare e fatte, che avresti o non avresti voluto fare. Ecco, se me lo chiedessi ora te lo direi: che bel tempo insieme. E che bella vita la mia con la tua.
 
Di Carvelli (del 22/05/2008 @ 15:49:08, in diario, linkato 620 volte)

La birra di ieri

La partita di ieri

La cena di ieri

La notte di ieri

 
Di Carvelli (del 22/05/2008 @ 14:34:41, in diario, linkato 651 volte)

Da Res Amissa (1991).

Non ne trovo traccia.

......

Venne da me apposta
(di questo sono certo)
per farmene dono.

......

Rivedo nell'abbandono
del giorno l'esile faccia
biancoflautata...

    La manica
in trina...

    La grazia,
così dolce e allemanica
nel porgere...

......
......

    Un vento
d'urto - un'anta
quasi silicea agghiaccia
ora la stanza...

    (E' lama
di coltello?

    Tormento
oltre il vetro ed il legno
- serrato - dell'imposta?)

......
......

Non ne scorgo più segno.
Più traccia.

......
......

    Chiedo
alla morgana...

    Rivedo
esile l'esile faccia
flautoscomparsa...

    Schiude
- remota - l'albeggiante bocca,
ma non parla.

    (Non può
- niente può - dar risposta.)

......
......

Non spero più di trovarla.

......

L'ho troppo gelosamente
(irrecuperabilmente) riposta.

 
Ci sono 1445 persone collegate

< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








01/10/2020 @ 16:58:22
script eseguito in 682 ms