Immagine
 Il letto di Dario (con Ostilia)... di Carvelli
 
"
Non esistono terre pure o terre impure di per sè, ma solo la bontà o la malvagità della nostra mente.

Nichiren Daishonin
"
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Carvelli (del 03/03/2005 @ 11:03:55, in diario, linkato 784 volte)

 

 

   Libreria l’Argonauta - Libri per viaggiare

 

Venerdì 11marzo 2005

ore 18.30

 

 

Roberto Carvelli

 

Perdersi a Roma 

guida insolita e sentimentale
Edizioni  Interculturali

 

introduce Stefania Caracci

 

 

Roma si apre allo scrittore, al suo sguardo appassionato, curioso, capace di cogliere l’anima segreta della capitale attraverso una serie di conversazioni con Marco Lodoli, Roberto Cotroneo, Sandro Veronesi, Erri De Luca, Vincenzo Cerami, Christian Raimo, Claudio Damiani, Mario Desiati, Sandra Petrignani, Antonella Anedda, Carola Susani, Valerio Magrelli, Luca Canali, Sandro Onofri, Attilio Bertolucci. Non-guida per visitatori insoliti. Invito a perdersi e atto d'amore verso una città che è possibile continuare a scoprire.

 

Libreria L’Argonauta – Libri  per viaggiare

Via Reggio Emilia n°89  00198 Roma

tel. 06 8543443 info@argonautasrl.it

 
Di Carvelli (del 02/03/2005 @ 15:17:12, in diario, linkato 872 volte)

zeroarte presenta
zeroartequattro

(C'E') VITA NEI BALCANI?
ALEKSANDAR ZOGRAF IN ROME
:: EXHIBITION / PUBLIC INTERVIEW

Mostra di embroidery (di Aleksandar Zograf e Gordana Basta)
Presentazione dell'omonimo volume edito dalla casa editrice Black Velvet
Intervista / incontro con il pubblico a cura del giornalista Mauro Trotta (il Manifesto), del critico Emiliano Rabuiti e dell'editor Andrea Plazzi (Puntozero).


Chi è Aleksandar Zograf?
Zograf è un artista serbo noto in Europa per i suoi fumetti governati dal sogno che realizza spesso in collaborazione con autori di tutto il mondo e di fama mondiale come Robert Crumb e Charles Alverston. Zograf - che nasce come giornalista musicale - è stato anche protagonista di un fortunato momento di controinformazione nel corso dell'aggressione della Nato alla Serbia nel 1999, durante il quale riuscì a comunicare con migliaia di persone e di media occidentali grazie alle sue quotidiane "lettere" diffuse via email da amici e conoscenti. Recentemente ha iniziato in collaborazione con la moglie Gordana Basta una produzione di embroidery (ricami) realizzando tovagliette, cover di fumetti altri oggetti di uso quotidiano che recupera una tradizione balcanica unendola con la straordinaria forza dei suoi disegni ipnagogici (ispirati dalle fasi di dormiveglia).


[PRODUZIONE]
Zeroarte
[IN COLLABORAZIONE CON]
Balck Velvet / Mondo Bizzarro Gallery


[INFO]
(C'è) vita nei Balcani? :: aleksandar zograf a roma
Mercoledi 9/03/05
start 18,00 :: stop 20,30
Mondo Bizzarro Gallery
VIA REGGIO EMILIA 32 c/d
(tel. 06 44247451)
dalle 18 alle 20.30


[+ INFO]


-----------------------------------------------------------------------------------------
ZEROARTE è una agenzia di promozione artistica costituita da persone dalle diverse provenienze. Questa email non costituisce spamming giacché siamo venuti in possesso degli indirizzi tramite il lavoro svolto in passato mediante varie associazioni, gruppi o testate periodiche (ad esempio L'OSTILE, KEROSENE, CONIGLIO EDITORE o BAMAKO EDIZIONI). Semplicemente se non volete più ricevere informazioni da parte nostra (circa due email al mese) basta rispondere a questa email scrivendo "no". Se invece volete maggiori informazioni potete visitare www.zeroarte.com
 
Di Carvelli (del 02/03/2005 @ 14:34:56, in diario, linkato 837 volte)

Javier Bardem e Belén RuedaHo visto e mi è piaciuto Mare dentro. Un film emozionante, forse emotivo. Bello. A parte l'essere film  a tema che spesso è un pericolo perché si rischia la didascalia. Per questo apprezzo ancora di più il coraggio di affrontare un tema senza essere un tema o un tematizzatore. Bardem è un attore maiuscolo.

 

 

 

 

LA POESIA

Mare dentro, in alto mare - dentro, senza peso
nel fondo, dove si avvera il sogno: due volontà
che fanno vero un desiderio nell'incontro.

Un bacio accende la vita con il fragore luminoso di una
saetta, il mio corpo cambiato non è
più il mio corpo, è come penetrare al centro
dell'universo.

L'abbraccio più infantile, e il più puro dei
baci fino a vederci trasformati in
un unico desiderio.

Il tuo sguardo il mio sguardo, come un'eco
che va ripetendo, senza parole: più dentro,
più dentro, fino al di là del tutto, attraverso
il sangue e il midollo.

Però sempre mi sveglio, mentre sempre io voglio
essere morto, perché io con la mia bocca
resti sempre dentro la rete dei tuoi capelli.

Ramón Sampedro

 

 

 

 
Di Carvelli (del 02/03/2005 @ 09:47:10, in diario, linkato 791 volte)
Omammasanta dice ommammasantasantissima e si lamenta di questo carattere qua. Dice: niente abbandono. Dice: niente allentamento delle gabbie. Dice. Io, che dico - che è vero – che dico? Cerco di smoccolare tutta questa teoria che mi porto dietro. Teoria senza tomi. Con cosa mi difendo? Intorno a cosa faccio quadrato? Intorno a che dico la mia? E me ne sto zitto che tanto se dico quello che penso dico quello che sa. Ma tanto quello penso. Tanto è così che la vedo. Che non si può aspettare l’occasione che se anche il caso funziona, funziona a corrente alternata. Penso (mica lo dico, ‘ste cose le penso e non le dico ma le so e si sa che le penso, ma non le dico) e me ne sto zitto e dico che tanto poi il caso mi viene incontro. Che se anche poi il caso fa la sua strada hai voglia a giravoltare il caso. Arriva prima la mia teoria comunque. Ed è così in effetti ma dice: che così la vita non è serena non ha sorprese non è bella. E c’ha ragione c’ha anche se il caso, il caso… proprio non mi va giù. Senza teoria, dico. Ecco, ci vorrebbe una teoria del caso. O almeno – questo me lo concedi – teoria più caso. Dice sì, così va bene. Anche per me.
 
Di Carvelli (del 01/03/2005 @ 18:39:56, in diario, linkato 874 volte)
Mi saluti, ti rimetti il reggiseno, senti/ che puoi smarrire il codice terrestre, demolire/ il nucleo, precipitare nel buio. Vai verso la doccia./ Ricordi un nove e ottanta a corpo libero,/ una primavera della pelle, una diagonale perfetta./ Dall'incubo estrai una forcina, ti aggiusti/ i capelli, indossi la cuffia, chiedi soltanto/ di essere risparmiata."
 
Di Carvelli (del 01/03/2005 @ 17:18:48, in diario, linkato 899 volte)
A proposito di scrittura del vezzo, ieri ho sentito Cerami (era da Sinibaldi a Fahrenheit radio3) dire una cosa molto giusta, giusta per me, la condivido cioè. Mi piacciono, diceva, gli scrittori che stanno un passo indietro. Nascosti. Non mi piacciono gli scrittori che sfoggiano bella scrittura. Li trovo volgari. Chi sono costoro (i non volgari intendo)? Io direi i Piersanti, i Parise, i....
 
Di Carvelli (del 01/03/2005 @ 09:56:47, in diario, linkato 916 volte)

Credo di aver trovato il libro di poesia più bello da anni. Ho l’imbarazzo della scelta del dolore e della bellezza. La faccio con la timidezza di un’antologia unica.

 

“Noi che abbiamo conosciuto/ il cuore di ogni giorno e il cuore senza età,/ l’idea che illumina la carne,/ la sapienza delle misure/  e il lampo, noi ci lasciamo/ qui, in due metri di cemento, con un atto/ di presenza, un battito/ estivo, uno scambio di persona”

MILO DE ANGELIS Tema dell’addio.
 
Di Carvelli (del 01/03/2005 @ 09:24:02, in diario, linkato 869 volte)
Ieri ho sentito la bella e brava Michela Cescon dire un miracolo. A parole sue. In pratica (parlava del suo film Primo amore) la raggiunta dimesstichezza della parte sua con la parte del protagonista maschile si sarebbe evidenziata in questo. Diceva la Cescon: all'inizio VittorioVitaliano (Trevisan) lo trovavo ossuto poi ho cominciato a trovare delle zone comode su cui appoggiarmi. Credo che in questa dimestichezza (conoscenza) con il corpo degli altri ci sia la raggiunta intimità.
 
Di Carvelli (del 01/03/2005 @ 09:21:42, in diario, linkato 835 volte)
Insonnia. O meglio: sonno a tratti come piccole campiture informali che non fanno un disegno d'assieme. Stamane all'alba stanco apprendo che è stato ucciso sulla strada che mi porta al lavoro e da cui torno un pregiudicato ma sula marciapiede passando vedo solo segatura.
 
Di Carvelli (del 25/02/2005 @ 14:25:26, in diario, linkato 1028 volte)

 

Per tutti quelli che vogliono ricordare o che non dimenticano... Il sesso datato/dotato di tempo... e di ricordi (la grafica non è eccelsa ma l'archivio è interessante).

 
Ci sono 999 persone collegate

< agosto 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
diario (3972)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
casa (8)
diario (1)
Letti di Amicizia (81)
libri (7)
Roberto (9)

Le fotografie più cliccate


Titolo

 


webmaster
www.lorenzoblanco.it








05/08/2020 @ 04:08:26
script eseguito in 620 ms